martedì 4 aprile 2017

IL LUOGO DI TRANQUILLITÀ DI DIO

Quando ti senti angosciato, quando ti senti sopraffatto dalla paura, abbattuto da grande afflizione, aggravato dalla preoccupazione per il tuo futuro, Dio dice che c'è un luogo segreto dove andarti a rifugiare. Si tratta di un luogo confortevole dove le nostre anime possono ritrovare l'autocontrollo.
Dove si trova questo luogo segreto? Si tratta di una stanza della tua mente che Isaia descrive in questo modo: “A colui che è fermo nei suoi sentimenti tu conservi la pace, la pace, perché in te confida” (Isaia 26:3, corsivo mio).
Quando Dio ci dice: “Chiudi le porte”, è proprio ciò che vuole intendere. Egli ci mostra il bisogno che abbiamo di far tacere le tante voci fastidiose nella nostra testa. Dobbiamo chiudere le porte ad ogni pensiero sul domani, sugli eventi del mondo intorno a noi. Gesù ci dice: “Non siate dunque in ansia per il domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. Basta a ciascun giorno il suo affanno” (Matteo 6:34). Il Signore che ci ha fedelmente portati fin qui non ci deluderà nei giorni avvenire.
Medita su questi versi del Salmista che si rivolge al Signore dicendo:
“Abbi pietà di me, o Dio, abbi pietà di me, perché l’anima mia cerca rifugio in te; e all’ombra delle tue ali io mi rifugio finché sia passato il pericolo. Io invocherò Dio, l’Altissimo, Dio che agisce in mio favore. Egli manderà dal cielo a salvarmi, mentre chi vuole divorarmi mi oltraggia; Dio manderà la sua grazia e la sua fedeltà” (Salmo 57:1–3, corsivo mio).
“Di te mi ricordo nel mio letto, a te penso nelle veglie notturne. Poiché tu sei stato il mio aiuto, io esulto all’ombra delle tue ali. L’anima mia si lega a te per seguirti; la tua destra mi sostiene” (Salmo 63:6–8).