venerdì 14 aprile 2017

FU FORTE NELLA FEDE

“[Abraamo] però, davanti alla promessa di Dio non vacillò per incredulità, ma fu fortificato nella fede e diede gloria a Dio, pienamente convinto che quanto egli ha promesso, è anche in grado di compierlo” (Romani 4:20–21, corsivo mio). Per la sua fede, Abraamo “diede gloria a Dio”. E come Abraamo, noi diamo gloria a Dio quando accogliamo pienamente le Sue promesse.
Quando tutto va bene, per noi è facile testimoniare: “Dio può ogni cosa!” Possiamo assicurare con estrema facilità che Dio risponderà alle preghiere altrui e dichiarare con fiducia che il Signore mantiene sempre la sua Parola. Ma quando tutto attorno a noi sembra che cospiri contro la realizzazione delle promesse di Dio, quando tutto sembra somigliare più all'ira di Dio piuttosto che ad una sua ricompensa, lo Spirito Santo interviene con parole di consolazione: “Aspetta. Fidati di Lui! Non sei separato dall'amore di Dio. Lui è a lavoro per quanto concerne la tua situazione, quindi non vacillare. Quindi, rialzati e combatti il buon combattimento della fede”.
Ti lascio con questo potente passo scritto dall'apostolo Paolo. Paolo ci ricorda dell'infinita fedeltà di Dio in ogni circostanza, in ogni momento della nostra prova:
“Chi ci separerà dall’amore di Cristo? Sarà forse la tribolazione, l’angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? Com’è scritto: «Per amor di te siamo messi a morte tutto il giorno; siamo stati considerati come pecore da macello». Ma, in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di colui che ci ha amati. Infatti sono persuaso che né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future, né potenze, né altezza, né profondità, né alcun’altra creatura potranno separarci dall’amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore” (Romani 8:35–39).