martedì 14 marzo 2017

UN RIFUGIO IN TEMPI DI PROVA

Dei cristiani sinceri mi hanno chiesto: “A chi dobbiamo credere?” Nel corso degli anni ho letto diverse opere di molti ministeri che erano convinti che la fine fosse davvero vicina. Ma di volta in volta tutti hanno sbagliato. Credo che molti tentassero solo di vendere i loro libri mentre altri pensavano davvero che Dio stesse dicendo loro che la fine stava per giungere”.
A volte sono andato a Dio completamente distrutto, gridandoGli forte: “Signore, per molti anni ho predicato che il giudizio è alle porte. Ho condiviso messaggi in cui parlo di una imminente crisi economica, ma accade tutto l'opposto. Vedo l'America prosperare ed andare avanti beatamente per la sua strada mentre uccide bambini fin dal grembo materno, scivola nell'oscenità, e Ti mette fuori da ogni istituzione. Per quanto ancora Signore?”
Geremia profetizzò fedelmente per anni eventi che non si sono ancora realizzati. Gridava a Lui dicendo: “Tu mi hai persuaso, Signore, e io mi sono lasciato persuadere, tu mi hai fatto forza e mi hai vinto; io sono diventato, ogni giorno, un oggetto di scherno, ognuno si fa beffe di me. Infatti ogni volta che io parlo, grido, grido: «Violenza e saccheggio!» Sì, la parola del Signore è per me un obbrobrio, uno scherno di ogni giorno” (Geremia 20:7-8).
Ma Geremia non smise di avvertire il popolo di Dio. Anche se le sue profezie sembravano non avere fondamento, egli continuò a profetizzare. Nella mia anima anche io sento lo stesso fuoco che Geremia sentiva bruciare e sono più convinto che mai che Dio abbia voltato la faccia a questa nazione per i suoi spargimenti di sangue e l'arroganza nei confronti del Suo nome, ed il Suo giudizio è necessario!
D'altro canto però io ringrazio Dio per le molte promesse che ci sono nella Sua Parola per proteggere e benedire il Suo popolo durante la tempesta. Il popolo di Dio che prega non deve temere né preoccuparsi o agitarsi.
“Il Signore sarà un rifugio sicuro per l’oppresso, un rifugio sicuro in tempo d’angoscia; quelli che conoscono il tuo nome confideranno in te, perché, o Signore, tu non abbandoni quelli che ti cercano” (Salmo 9:9-10).