giovedì 30 marzo 2017

EGLI CI RENDE CORAGGIOSI

Lo Spirito Santo mi ha suggerito di leggere Esodo 12, che contiene la storia della liberazione di Israele dall'Egitto.
Sulla porta di ogni casa Israelita, doveva essere messo il sangue di un agnello sui due stipiti e sull’architrave. Questo doveva essere fatto per proteggere il popolo di Dio dal passaggio dell'angelo della morte. Quando si fece giorno, una moltitudine di Israeliti marciarono fuori dalla loro cattività, erano 600,000 uomini più le donne e i bambini. “Al termine dei quattrocentotrenta anni, proprio il giorno che finivano, tutte le schiere del Signore uscirono dal paese d’Egitto” (Esodo 12:41).
Nel capitolo successivo, mi sono fermato al verso 3, che dice: “Siete usciti dall’Egitto, dalla casa di schiavitù; perché il Signore vi ha fatti uscire di là, con mano potente” (13:3). Il popolo di Dio venne liberato per mezzo della sola forza del Signore e non con mezzi umani.
Davide dichiara: “Dio è la mia potente fortezza e rende la mia via diritta. . . Egli tese dall’alto la mano e mi prese, mi trasse fuori dalle grandi acque. Mi liberò dal mio potente nemico e da quelli che mi odiavano, perché erano più forti di me... Egli è lo scudo di quelli che si rifugiano in lui” (2 Samuele 22:33, 17, 18, 31).
La nostra fede e la nostra forza potrebbero indebolirsi, ma nei momenti di debolezza Dio ci ha donato meravigliose promesse per rinnovarci e rafforzarci.
Amati, credete che Dio è forte? Se Lui è forte, nessun potere può resisterGli. Dunque, mettete tutto nelle Sue mani, potenti e forti. Lui farà una via. Più di ogni altra cosa, credete a questa parola: “Nel giorno che ho gridato a te, tu mi hai risposto, mi hai accresciuto la forza nell’anima mia.” (Salmo 138:3).
Dio vi benedica e vi circondi del Suo amore!