giovedì 24 novembre 2016

L'ARCA DI SALVEZZA

Se devo vivere per la fede, devo fare come fece Noè e costruire un'arca per superare la tempesta.
“Per fede Noè... con pio timore, preparò un’arca per la salvezza della sua famiglia” (Ebrei 11:7).
L'arca che Noè costruì rappresenta Gesù Cristo e non esiste altro luogo sicuro sulla terra.
Quando Isaia profetizzò di un re che sarebbe venuto a regnare con giustizia, stava chiaramente descrivendo Cristo:
“Quell’uomo sarà come un riparo dal vento, come un rifugio contro l’uragano, come dei corsi d’acqua in luogo arido, come l’ombra di una gran roccia in una terra riarsa” (Isaia 32:2).
In tutto il mondo le persone sono alla disperata ricerca di un luogo sicuro per nascondere il loro denaro. Molti stanno comprando delle armi per proteggere le proprie famiglie durante quello che loro credono sarà il periodo buio del “ogni uomo per sé stesso”. E sono inclusi anche i cristiani che credono alla Bibbia.
Ma non c'è alcun luogo in cui sia garantita la sicurezza sulla terra, ad eccezione del dimorare in Gesù. Non affermo quanto sto dicendo così come fosse vuota teologia che i cristiani spesso dichiarano senza nemmeno pensarci. Per più di duemila anni, coloro che hanno confidato in Gesù per la loro sicurezza hanno avuto prova che la parola di Dio è fedele.
“Il nome del Signore è una forte torre; il giusto vi corre e vi trova un alto rifugio.” (Proverbi 18:10).
“Il Signore è la mia rocca, la mia fortezza, il mio liberatore; il mio Dio, la mia rupe, in cui mi rifugio, il mio scudo, il mio potente salvatore, il mio alto rifugio” (Salmo 18:2).