mercoledì 9 novembre 2016

IL MONDO NON È CASA NOSTRA

Quando lo Spirito Santo verrà come un fiume in piena, Egli sveglierà la Sposa di Cristo con un grido. Quale sarà il grido dello Spirito?: “Ecco lo sposo, uscitegli incontro!” (Matteo 25:6).
Oggi, tragicamente, il messaggio della seconda venuta di Cristo è quasi scomparso dai pulpiti. Anche su internet ci sono innumerevoli conversazioni nelle quali si discute della chiesa, ma non si parla affatto della venuta di Cristo. Ma Giovanni dice che il grido della chiesa negli ultimi giorni sarà:
“Lo Spirito e la sposa dicono: «Vieni!» E chi ode, dica: «Vieni!» Chi ha sete, venga; chi vuole, prenda in dono dell’acqua della vita” (Apocalisse 22:17).
Ditemi, dove sono le voci che gridano: “Vieni, Signor Gesù?” Cristo avvertì la Sua Chiesa:
“Vegliate, dunque, perché non sapete in quale giorno il vostro Signore verrà” (Matteo 24:42).
Dov'è la chiesa che sta osservando, aspettando e bramando Gesù?
 “Perciò anche voi siate pronti; perché, nell’ora che non pensate, il Figlio dell’uomo verrà” (24:44).
LA FESTA È FINITA
Gesù pronuncia delle parole forti per coloro che si fanno beffa del Suo imminente ritorno:
“Ma se quel servo malvagio dice in cuor suo: “Il mio padrone tarda [a venire]... e mangia e beve con gli ubriaconi, il padrone di quel servo verrà nel giorno che non se l’aspetta, nell’ora che non sa” (Matteo 24:48–50).
Vi chiedo, c'è mai stato un tempo in cui il genere umano sia stato così avviluppato dall'avidità? La festa è finita — le economie del mondo intero stanno tremando — ma troppe persone, incluse molte nella chiesa, lo negano. Proprio ora lo Spirito Santo sta per essere riversato per risvegliare una chiesa dormiente e prepararla al Suo ritorno: “Questo mondo non è casa vostra. Ora, ridestati. Preparati ad incontrare il tuo Sposo!”