giovedì 18 agosto 2016

GESÙ HA DIMOSTRATO MISERICORDIA

Il primo costo della misericordia per Gesù fu la Sua posizione celeste. La misericordia Lo spinse a venire sulla terra e assumere un corpo umano e, infine, la misericordia da Lui offerta al mondo Gli costò la vita. Eppure l’esempio di Gesù è un modello per tutti coloro che L’avrebbero seguito. Egli in pratica ci dice, “Che la Mia vita ti mostri il prezzo della misericordia – il rifiuto totale da parte del mondo”.
L’apostolo Paolo pagò lo stesso elevato prezzo pagato da Gesù sulla terra, di vivere la misericordia di Dio, e di questo Egli ci avverte:
“Ricordatevi della parola che vi ho detto: ‘Il servo non è più grande del suo padrone’. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi” (Giovanni 15:20).
Paolo fu testimone di questa verità:
“Ci affatichiamo, lavorando con le nostre mani; ingiuriati, benediciamo; perseguitati, sopportiamo; vituperati, esortiamo; siamo diventati come la spazzatura del mondo e come la lordura di tutti fino ad ora” (1 Corinzi 4:12-13).
UNA VERITÀ DIFFICILE
Cosa dobbiamo farne di tale rigetto? Gesù ci risponde: “Rallegratevi in quel giorno e saltate di gioia, perché ecco, il vostro premio è grande in cielo” (Luca 6:23).
È una verità difficile da mandare giù. Come possiamo rallegrarci ed essere contenti mentre sopportiamo dure persecuzioni? Amato, fa tutto parte dell’alto costo della misericordia. Come fu per Paolo, che era considerato lordura, lo stesso vale per il Corpo di Cristo, la Chiesa. C’è un prezzo che tutti noi dobbiamo pagare nel predicare Gesù e la Sua misericordia.