giovedì 6 ottobre 2016

UNA PAROLA RASSICURANTE

Credo che in mezzo a tutti gli eventi caotici e turbolenti nel mondo di oggi, Dio sta abbattendo ogni avarizia, cupidigia e orgoglio. Sono sicuro che non potrebbe più tollerare che le perversioni sessuali distruggano l’anima di un’intera generazione e credo che i matrimoni omosessuali siano diventati il simbolo della vendetta di Dio.
Isaia descrive un periodo nella storia pieno di pianto, timore e tremore; tuttavia, il Signore diede a Isaia una parola rassicurante per il Suo popolo:
“Fortificate le mani infiacchite, rendete ferme le ginocchia vacillanti! Dite a quelli che hanno il cuore smarrito: ‘Siate forti, non temete!’. Ecco il vostro Dio verrà con la vendetta e la retribuzione di Dio; verrà egli stesso a salvarvi” (Isaia 35:3-4).
Il Signore stava in pratica dicendo: “Fortificate gli esausti. Edificate i deboli fra voi. Incoraggiate tutti i paurosi e coloro che sono pieni d’ansietà. Dite loro, ‘Non abbiate paura. Tutto ciò è da parte del Signore, e in tutto questo Egli preserverà il Suo popolo. Egli lo sta facendo per salvarti’”.
PERSINO I SANTI TREMANO
Amato, persino il più santo fra noi sperimenta grande tremore nel cuore, un impeto improvviso di paura, quando giunge una terribile crisi. In momenti simili, non è peccato provare un momento di profonda ansia.
In realtà, quando il Signore diede questa parola a Isaia si stava accertando che chiunque si sentisse sopraffatto da situazioni terrificanti non ne rimanesse schiacciato. Egli voleva che ogni cuore fiacco e travagliato udisse: “Non temere! Prendi coraggio, perché il Signore è un Salvatore per il Suo popolo”.