sabato 1 ottobre 2016

LA VOCE DI UN BAMBINO - Carter Conlon

Nel libro di Luca, vediamo ancora una volta come in quel periodo la società fosse in completo subbuglio. La gente reclamava influenza e autorità, ed il luogo in cui la testimonianza di Dio dimorava fisicamente stava per essere dominata da un potere straniero.

Sono certo che vi fossero incontri di preghiera e persone che gridavano a Dio, perché in quella generazione c'erano religiosi e gente devota. Ad ogni modo, mentre tutti avevano in mente una loro immagine di come dovesse essere il potere di Dio, improvvisamente qualcosa di incomprensibile fece capolino sulla scena.
IL SUSSURRO IN UNA MANGIATOIA
Nessuno si aspettava che Dio mostrasse il Suo potere e desse forza alla Sua gente per andare avanti nella maniera in cui lo fece. Nel bel mezzo di tutte quelle voci, del canto dei religiosi, il potere di Dio apparve, ed era la voce di un bambino! Non era il vento, non era il fuoco o un terremoto, era il sussurro in una mangiatoia. Ma, chi era in grado di udirlo?
I religiosi non potevano udirlo. Coloro che avevano una certa influenza all'epoca non potevano udirlo. Gli egocentrici non potevano udirlo; nemmeno i Romani potevano essendo intenzionati a dominare con potenza. Quindi Dio si presentò a dei pastori in un campo, squarciò il velo che c'era fra il tempo e l'eternità, e mandò degli angeli che cominciarono a cantare: “Gloria a Dio nei luoghi altissimi e pace in terra agli uomini che egli gradisce!” (leggi Luca 2:13-14). In altre parole: “tutto ciò che avete sempre bramato è arrivato”.
RESTA IN SILENZIO AFFINCHÉ TU POSSA UDIRE
Quei pastori si alzarono ed andarono alla mangiatoia, solo per trovare niente di più che il sussurro di un bambino. Sarà stata una voce così sottile che tutti avranno dovuto stare zitti in modo da poterla udire. Ma alla fine: “i pastori tornarono indietro, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato loro annunciato” (Luca 2:20).
Nella sfera naturale, questa sarebbe stata considerata una pazzia! Ma la voce dolce e sommessa era il potere di Dio che ancora una volta stava per rivelarsi e farsi conoscere all'uomo.

Carter Conlon si unì allo staff pastorale della Times Square Church nel 1994 sotto l’invito del pastore fondatore, David Wilkerson, e venne nominato Pastore Anziano nel 2001.