martedì 20 settembre 2016

SEGNI DEGLI ULTIMI TEMPI

Nella sua prima lettera alla chiesa, Pietro parla apertamente degli ultimi giorni: “Or la fine di tutte le cose è vicina; siate dunque sobri e vigilanti per dedicarvi alle preghiere, avendo prima di tutto un intenso amore gli uni per gli altri, perché l'amore coprirà una moltitudine di peccati” (1 Pietro 4:7-8).
Pietro parla degli ultimi giorni anche nella sua seconda lettera, nella quale dice alla chiesa “sapendo che presto dovrò lasciare questa mia tenda” (2 Pietro 1:14). Egli sta in altre parole dicendo, “Dio mi ha mostrato che il mio tempo sulla terra è breve”.
IL MESSAGGIO D’AVVERTIMENTO DA PARTE DI PIETRO
Il messaggio di Pietro era volto alla chiesa neotestamentaria, sia per il tempo nel quale lo scrisse che per ogni generazione successiva di credenti. È un messaggio d’avvertimento, in quanto Pietro profetizza quanto segue:
“vi saranno fra voi dei falsi dottori che introdurranno di nascosto eresie di perdizione” (2 Pietro 2:1).
“Negli ultimi giorni verranno degli schernitori, che cammineranno secondo le loro proprie voglie, e diranno: «Dov'è la promessa della sua venuta? Da quando infatti i padri si sono addormentati, tutte le cose continuano come dal principio della creazione” (2 Pietro 3:3-4).
“…Coloro che seguono la carne nei suoi desideri corrotti e disprezzano l'autorità. Essi sono audaci, arroganti e non hanno timore di dir male delle dignità” (2 Pietro 2:10).
AFFRETTARE IL GIORNO
“Ora il giorno del Signore verrà come un ladro di notte” (2 Pietro 3:10).
“Come non dovreste voi avere una condotta santa e pia, mentre aspettate e affrettate la venuta del giorno di Dio, a motivo del quale i cieli infuocati si dissolveranno e gli elementi consumati dal calore si fonderanno?” (2 Pietro 3:11-12).