venerdì 16 settembre 2011

IMPREPARATO A COMBATTERE!

Immaginate un allenatore di boxe che porta il suo allievo in un campo d'addestramento isolato, e trascorre tutta la sessione d'allenamento a preparare solo psicologicamente il suo uomo per il grande combattimento. Gli dice: "Sarò con te sul ring, non ti lascerò mai. Guarda questo elenco di grandi boxer del passato, studia ogni loro movimento. Non dovrai affaticarti molto. Ti ho detto che sei un vincitore e la mia parola ti basta! Ti darò degli schemi su come sconfiggere Mister Mostro quando ti troverai di fronte a lui sul ring!".

Che razza di allenatore è questo? Assolutamente folle! Un grande allenatore cosa farebbe? Troverebbe il migliore combattente, salirebbe sul ring con lui e gli insegnerebbe a combattere!

Carissimi, quanti cristiani si definiscono guerrieri senza essere mai stati allenati o messi alla prova! Si sente un gran parlare di guerrieri di preghiera in tutte le nazioni. Ma la triste verità è che la grande maggioranza di essi non è mai stata in battaglia! Non sono stati addestrati e non sono pronti a combattere!

Recentemente ho chiesto al Signore perché così tanti credenti stanno attraversando momenti così difficili e duri. Perché tutte queste sofferenze? Ho chiesto: "Perché così tanti sono essi alla prova al limite della sopportazione?".

Dio sa che Satana sarà legato sulla terra per la sua ultima ora di combattimento. E il Signore avrà bisogno di guerrieri ben addestrati che prevalgano su ogni potenza dell'inferno. Proprio in questo momento sta facendo un'opera sul suo residuo: si chiama addestramento per la crisi!

Questi santi sofferenti, profondamente provati, stanno diventando capitani del Suo esercito degli ultimi tempi. Dio sta mettendo in loro il combattimento del Suo Spirito Santo e li sta facendo diventare guerrieri che sono stati messi alla prova e addestrati, perché hanno lottato con Dio. Più soffrono e più intensa è la prova, e più sarà grande l'opera che ha in serbo per loro!

Questo genere di addestramento necessita una disciplina fisica quanto spirituale. Giacobbe si lanciò con tutto il corpo in battaglia, con tutta la sua capacità umana. In lui era sorto uno spirito combattente e la Scrittura dice: "Nella sua forza egli lottò con Dio" (Osea 12:3).

Questo verso ha un grande significato per tutti quelli che vogliono vincere in preghiera. Dice che Giacobbe vinse la battaglia "nella sua forza". Carissimi, se vuoi vincere in questi ultimi giorni, dovrai lanciarti con anima e corpo nel combattimento!