giovedì 10 marzo 2011

LODATO SIA DIO PER LA SUA TENERA MISERICORDIA

Ho un breve messaggio per coloro i quali stanno vivendo una situazione dolorosa e schiacciante. Non sto parlando a coloro che ora stanno godendo di un periodo di riposo dalla sofferenza, coloro che non si trovano in alcun tipo di dolore o dispiacere. Grazie a Dio per quei momenti di dolce riposo.

Piuttosto, io ricevo così tante lettere da preziosi seguaci di Gesù che stanno vivendo con un incredibile dolore dentro e in situazioni di crisi: divorzio, figli drogati o detenuti, la morte del coniuge. Una donna molto innamorata del Signore soffre per la perdita dei suoi tre figli, morti soffocati in un incendio. Un pastore soffre per sua moglie, che ha lasciato lui e i suoi figli per un amore lesbico. Potrei andare ancora avanti, riferendomi a tutte i figli di Dio che sono oppressi da dolore e sofferenza.

Ho un messaggio per te che stai soffrendo per un dolore, che sei rattristato o vivi nell’afflizione. Nel Salmo 40, Davide gemeva: “Mali innumerevoli mi circondano … degnati, o Eterno di liberarmi: Signore, affrettati in mio aiuto” (Salmo 40:12,13). “Si rallegrino e gioiscano in Te tutti quelli che Ti cercano … quanto a me, io sono povero e bisognoso, ma il Signore ha cura di me. Tu sei il mio aiuto e il mio liberatore; Dio mio, non tardare” (Salmo 40: 16,17)

Sono stato molto benedetto e confortato dalla prima parte del verso 17: “Il Signore ha cura di me”. Provate ad immaginare: Il Signore Iddio che ha creato ogni cosa, l’Iddio dell’universo, sta pensando a me.

Anche ora, in questo momento, i suoi pensieri sono rivolti verso di te, nella tua ora di bisogno.

Quando gli Israeliti si trovavano in cattività a Babilonia e si dolevano per la perdita di case e familiari, per dolori e problemi continui, Dio mandò loro la Sua parola attraverso il profeta Geremia: “Poiché io conosco i pensieri che ho per voi, dice l’Eterno, pensieri di pace e non di male, per darvi un avvenire e una speranza” (Geremia 29:11). Dio disse al Suo popolo: “Il vostro incubo sta giungendo alla fine. Io ho solamente pensieri di bene per voi, e se mi cercate con tutto il vostro cuore, voi mi troverete” (guarda Geremia 29:11-13).

Dio non è arrabbiato nei tuoi confronti. Santi afflitti, non vacillate nel riporre la vostra fiducia in Lui. In periodi di stress, quando vi sentite soli e vi rammaricate, andate in preghiera. Riversate il vostro cuore sul Signore. Egli ha cura di voi ed è al lavoro per voi.