martedì 22 marzo 2011

LE LACRIME DEL GIUSTO

La Bibbia dichiara enfaticamente che nessuna delle lacrime dei suoi figli cade a vuoto. Davide diceva: “Riponi le mie lacrime nel tuo otre; non le hai registrate nel tuo libro?” (Salmo 56:8). Le lacrime del giusto gli sono preziose, le ripone. Se Dio preserva le mie lacrime, non preserverà forse anche me?

È quasi troppo fantastico fare questa considerazione. Quello che mi colpisce di questo verso è che se lui conta ogni mia lacrima, quanto più gli potrà essere prezioso il mio sangue, la mia vita, le mie necessità.

Finché non siamo persuasi nella mente che Dio prende nota di ogni nostra afflizione, non potremo ottenere la fiducia necessaria per credere che lui imbottiglia le nostre lacrime. Riusciamo a credere a questa verità, che l’Iddio che conta ogni capello del nostro capo e imbottiglia ogni nostra lacrima, non intercede per noi?

Ascolta questa parola nel tuo spirito. Ogni lacrima che hai versato per i peccati del passato, ogni lacrima versata nei momenti di afflizione e di stress, ogni lacrima versata per le anime perdute, è scritta nel suo libro.

Forse dici: “Io non piango. È difficile che mi escano le lacrime”. Credo nelle lacrime dell’anima: solo Dio le vede. Sono lacrime interne, silenziose, spesso versate nei momenti di afflizione e necessità.

Nessuna delle tue lacrime è sprecata! Nessuna è caduta invano. Credere in Dio significa credere in questa incredibile verità.