lunedì 9 febbraio 2009

QUANDO ARRIVA IL VAGLIO

"Simone, Simone, ecco, satana ha chiesto di vagliarvi come si vaglia il grano" (Luca 22:31).

Devi comprendere che satana tenta di vagliare soltanto coloro che minacciano la sua opera. Egli insegue quell'albero che ha il maggior potenziale per portare frutto. Ma perché il diavolo desiderava vagliare Pietro? Perché era tanto ansioso di provarlo? Beh, per tre anni Pietro aveva scacciato demoni e guarito gli infermi. Satana aveva udito Gesù promettere ai Suoi discepoli un altro battesimo, quello di potenza e di fuoco dello Spirito Santo, e tremò! Ora, il diavolo percepì lo scopo ultimo di Dio per Pietro. Si rese conto che gli scorsi tre anni non sarebbero stati nulla rispetto alle opere maggiori che Pietro e gli altri discepoli avrebbero compiuto. Avendo già distrutto Giuda, avrebbe cercato un modo per corrompere Pietro, per far venire meno la sua fede.

Forse, come Pietro, ti trovi nel vaglio in questo momento, scosso e provato. Ma, mi chiederai, perché proprio io? E perché proprio adesso? Prima di tutto, dovresti rallegrarti di avere una tale reputazione all'inferno! Satana non avrebbe mai chiesto il permesso di Dio per vagliarti, se tu non avessi attraversato la linea dell'obbedienza.Per quale altro motivo dovrebbe investire i suoi sforzi perseguitandoti e avversandoti, spaventandoti e scuotendo tutto ciò che possiedi? Egli ti sta vagliando perché giochi un ruolo importante nella chiesa del Signore in questi ultimi giorni. Dio sta facendo ancora una cosa nuova in quest'ultima generazione, e tu sei stato appartato da Lui per essere un testimone potente per molti. Egli ti ha liberato, e ti sta preparando per i Suoi propositi eterni. E tanto grandi sono i tuoi doni, tanto grande è il tuo potenziale, quanto più ti arrendi alla volontà di Dio - tanto più severo sarà il tuo vaglio.

Quando qualcuno attraversa il fuoco del vaglio, cosa dovrebbero fare coloro che lo circondano? Cosa fece Gesù per l'imminente caduta di Pietro? Egli gli disse, "Io ho pregato per te, affinché la tua fede non venga meno" (Luca 22:32).

Guardo questo esempio stupendo dell'amore di Cristo e mi rendo conto di non sapere quasi nulla su come amare coloro che cadono. Sicuramente Gesù è quell'amico "che sta più attaccato di un fratello" (Proverbi 18:24). Egli vide in Pietro sia il bene che il male, e ne concluse, "Quest'uomo è degno di essere salvato. Satana lo desidera, ma io lo desidero molto di più". Pietro amava veramente il Signore, e Gesù gli disse, "io ho pregato per te". Gesù aveva previsto questo momento da molto tempo. Probabilmente avrà trascorso molte ore davanti al Padre a parlare di Pietro - di quanto lo amasse, di quanto avesse bisogno che Pietro fosse nel regno di Dio, di quanto lo considerasse un amico.

Signore, dai a tutti noi questo tipo di amore! Quando vediamo dei fratelli o delle sorelle entrare nel compromesso o incamminarsi verso guai o problemi, fà che li amiamo abbastanza da avvertirli con la stessa fermezza con cui Gesù avvertì Pietro. Allora potremo dire, "Sto pregando per te".

Oggi abbiamo un altro "sta scritto" col quale ingaggiare una battaglia contro satana, ed è "Ma io ho pregato per te, affinché la tua fede non venga meno". Tu puoi dire al diavolo, "Forse avrai il permesso di vagliarmi, di cercare di abbattere la mia fede. Ma devi sapere questo: Il mio Gesù sta pregando per me!"