venerdì 20 febbraio 2009

CONSACRATI A CERCARE DIO

“Volsi quindi la mia faccia verso il Signore Dio, per cercarlo con preghiera e suppliche…Così feci la mia preghiera e confessione all’Eterno…Mentre io stavo ancora parlando, pregando e confessando il mio peccato e il peccato del mio popolo d’Israele…” (Daniele 9:3, 4 e 20). Questi erano uomini di preghiera!

Vedi, la prima cosa a cui essi si consacrarono – vivere una vita appartata – doveva essere sostenuta da una seconda consacrazione, quella di cercare Dio. Infatti, è impossibile vivere una vita santa senza trascorrere molto tempo sulle ginocchia, cercando Dio affinché Egli ci doni potenza e autorità per condurre una tale vita.

Non fraintendere – la preghiera fedele non ti terrà fuori da una crisi. Al contrario, molto probabilmente ti porterà in una fornace ardente e in una fossa piena di leoni. Ma la preghiera ti preparerà ad affrontare ogni cosa con fiducia, ti preparerà a diventare un sacrificio vivente per la causa di Gesù!

La preghiera di Daniele lo condusse dritto nella fossa dei leoni. E questa prova giunse dopo quella dei quattro giovani ebrei , quando Daniele era sull’ottantina! Ciò potrebbe spaventarti, se ti chiedi quanto ci vorrà prima che tu smetta di avere crisi. Forse hai pensato di aver superato tutte le tue prove “importanti” dopo un certo numero di anni nel Signore. Tuttavia, qui Dio permette che uno dei Suoi più grandi guerrieri di preghiera, un uomo dallo spirito dolce e mansueto, affronti la crisi della sua vita dopo decenni di fedele intercessione!

Amati, la prova terminerà solo quando Gesù ritornerà o quando moriremo in Cristo! Ecco perché la preghiera è così importante. Puoi impegnarti a vivere una vita senza contaminarti, ma questo impegno è impossibile da mantenere senza l’impegno di cercare Dio.