giovedì 5 febbraio 2009

L’ORA DELL’ISOLAMENTO

So cosa significa affrontare il silenzio divino, non udire la voce di Dio per un periodo. Sono passato per periodi di totale confusione senza una guida apparente, quella voce soave e sottile dietro di me era completamente silente. Ci sono state volte in cui non ho avuto nessun amico vicino a me che potesse soddisfare il mio cuore con una parola di consiglio. Tutti i miei modelli di guida del passato avevano fatto una brutta fine, e io ero nelle tenebre più fitte. Non riuscivo a vedere il sentiero, e feci errori sopra errori. Avrei voluto dire, “Oh Dio, cos’è successo? Non so in che direzione andare!”

Dio nasconde davvero il Suo volto a coloro che ama? Non è possibile che tolga la Sua mano per un breve tempo in modo da insegnarci la fiducia e la dipendenza da Lui? La Bibbia risponde chiaramente: “Dio lo abbandonò [Ezechia] per metterlo alla prova e conoscere tutto ciò che era nel suo cuore” (2 Cronache 32:31).

Forse stai attraversando una fiumana di prove proprio in questo momento. Sai di cosa sto parlando quando dico che i cieli sono di rame. Sai tutto di continui fallimenti. Hai aspettato e aspettato delle risposte alla tua preghiera. Ti è stata offerta una coppa di afflizione. Niente e nessuno può raggiungere quel bisogno nel tuo cuore!

Questo è il momento di prendere una posizione! Non devi essere pronto a ridere o gioire, perché probabilmente non hai alcuna gioia in questo momento. In realtà, forse non hai altro che un tumulto nell’anima. Ma puoi star certo che Dio è ancora con te, perché la Scrittura dice, “L’Eterno sedeva sovrano sul diluvio; sì, l’Eterno siede re per sempre” (Salmo 29:10).

Presto udrai la Sua voce: Non ti agitare, non essere in ansia. Tieni soltanto il tuo sguardo