mercoledì 14 dicembre 2016

IN OGNI COSA RENDETE GRAZIE

Non molto tempo fa, Christian, un meraviglioso giovane si liberò con me dal peso della sua ansietà.
“Sento che il Signore mi sta chiamando a lavorare con i giovani ed i bambini, ma tutte le porte al ministero sembra si stiano chiudendo davanti a me. Prego che altre porte si aprano, ma sembra che Dio non ascolti il mio grido. Mi sento così inutile”.
“L'unico ministero che svolgo adesso è prestare un aiuto una volta a settimana in una delle nostre aree malfamate. Faccio da fratello maggiore al figlio di un pastore perché suo padre è molto malato. Ma questo è tutto ciò che faccio. Voglio credere che Dio abbia di più da farmi fare”.
Quando ascoltai tutto questo, dissi al giovane ragazzo: “Voglio che tu capisca una cosa. Quello che tu stai facendo adesso è molto più prezioso per il Signore di quanto tu possa fare predicando a migliaia di persone in uno stadio. L'inutilità per Lui non ha niente a che fare con i numeri”.
“Tu stai recitando la tua parte nel salvare il figlio di quel predicatore. Va' e sii amico di quei ragazzini poveri che Dio ti ha donato. Sii soddisfatto in questo momento ed in quel luogo. E sappi che stai vivendo nella perfetta volontà di Dio perché gli sei fedele nelle piccole cose”.
Dimmi Christian, stai in pace con la situazione che oggi stai vivendo? Riesci a fidarti di Dio e che Egli stia facendo un'opera perfetta in te attraverso ogni circostanza? Se non riesci a farlo, tu crescerai irrequieto, senza speranza ed infine potresti arrivare ad adirarti con Dio. Diventerai una persona amareggiata e dura.
Pietro scrive: “Perciò anche a quelli che soffrono secondo la volontà di Dio, affidino le anime loro al fedele Creatore, facendo il bene” (1 Pietro 4:19). Similmente, Paolo istruisce: “In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi” (1 Tessalonicesi 5:18).