martedì 27 dicembre 2016

CONVERSARE CONTINUAMENTE CON DIO

“Per fede Enoc fu rapito perché non vedesse la morte; e non fu più trovato, perché Dio lo aveva portato via; infatti prima che fosse portato via ebbe la testimonianza di essere stato gradito a Dio. Or senza fede è impossibile piacergli;” (Ebrei 11:5-6).
“Ed Enoc camminava con Dio”. Il significato Ebraico di camminò implica che Enoc conversava continuamente con Dio. Egli visse trecentosessantacinque anni — o un “anno” di anni! Egli ci presenta un nuovo tipo di credente, dato che lui stesso fu un tipo di credente dedito a Cristo.
Enoc imparò a camminare con Dio in mezzo ad una società malvagia. Egli non era un eremita nascosto lontano in una caverna sperduta. Egli era un padre di famiglia ordinario con gli stessi problemi e pesi che tutti noi abbiamo — coinvolto nella vita di ogni giorno con sua moglie, con obblighi nei confronti dei figli e responsabilità familiari.
Coloro che camminano con Dio vengono condotti fuori dalla portata di Satana, fuori dal suo regno oscuro per essere traslati nel regno di luce di Cristo. “ Dio ci ha liberati dal potere delle tenebre e ci ha trasportati nel regno del suo amato Figlio” (Colossesi 1:13). Veniamo liberati dalla dalla trappola del diavolo per essere traslati nel cuore di Gesù.
La parola Greca per traslati suggerisce che Cristo venne personalmente a portarci via dal potere del diavolo per collocarci in un luogo celeste. Ma solo Dio può traslare coloro che camminano accanto a Lui, come Enoc fece. Coloro che sono tenuti in cattività dal volere di Satana non possono essere liberati dall'oscurità. Tu non sei veramente salvato finché non decidi con il cuore di camminare con Dio.