sabato 21 giugno 2014

NON SIAMO SENZA SPERANZA by Carter Conlon

Quando un grido profondo si forma nei cuore del popolo di Dio, qual è la Sua risposta? Credo che la risposta si trovi in 1 Samuele. Dio permette che una santa disperazione prenda luogo non solo in una nazione, ma nei cuori di coloro che Egli userà per chiamare la gente a Sé. In questo caso, si trattava di una donna sterile di nome Anna.

“Or la sua rivale la molestava continuamente per farla irritare, perché l'Eterno aveva chiuso il suo grembo. Così succedeva ogni anno; tutte le volte che Anna saliva alla casa dell'Eterno, Peninna la molestava; per cui ella piangeva e non prendeva più cibo. Allora suo marito Elkanah le disse: «Anna, perché piangi? Perché non mangi? Perché è triste il tuo cuore? Non sono io per te meglio di dieci figli?». Dopo che ebbero mangiato e bevuto a Sciloh, Anna si levò. Or il sacerdote Eli stava seduto sul sedile all'entrata del tabernacolo dell'Eterno. Nell'amarezza della sua anima pregava l'Eterno piangendo dirottamente” (1 Samuele 1:6-10).

Ecco qui Anna in un momento di santa disperazione—un momento che molti di noi stanno passando quest'oggi. Nota bene che questo tipo di disperazione è ben diverso da quello del mondo che vive lontano da Dio. Le persone senza Dio si disperano nel momento in cui le circostanze cominciano a sopraffarle e quando la disperazione comincia a riempire i loro cuori. Noi, invece, non siamo persone senza speranza. Ma ciò nonostante, un grido profondo si sta formando nel cuore del popolo di Dio.

La Bibbia ci dice che alla fine Anna giunse ad un livello tale di disperazione in cui non riuscì nemmeno a parlare. Ho sperimentato che nel momento in cui prego—arrivo al punto in cui non riesco più a dire una parola. Ma è in quei momenti, che come viene detto in Romani: “lo Spirito sovviene alle nostre debolezze, perché non sappiamo ciò che dobbiamo chiedere in preghiera, come si conviene, ma lo Spirito stesso intercede per noi con sospiri ineffabili” (Romani 8:26).

Non è per caso se una santa disperazione che Dio stesso ha lasciato crescere nel tuo cuore ti abbia colpito in questo momento particolare. È la prova che Dio desidera fare qualcosa dentro e attraverso te.


__________
Carter Conlon si unì allo staff pastorale della Times Square Church nel 1994 dietro invito del pastore fondatore, David Wilkerson, diventando pastore Senior nel 2001. Un forte e compassionevole leader che è spesso relatore alle conferenze della Expect Church Leadership organizzate dalla World Challenge in tutto il mondo.