lunedì 16 gennaio 2017

SU TERRA ASCIUTTA - Gary Wilkerson

Dio disse a Mosè quando i figli d'Israele erano in Egitto: “Di' ai figli d'Israele che tornino indietro e si accampino di fronte a Pi-Hahiroth, fra Migdol e i mare, di fronte a Baal-Tsefon; accampatevi davanti a quel luogo presso il mare” (Esodo 14:1-2). Dio stava annunciando che li avrebbe portati in un posto nuovo.
Dio li guidò attraverso dei luoghi molto rocciosi e mentre Lui li guidava, loro riuscivano a vedere il Mar Rosso in lontananza. Ma quando arrivarono sulla spiaggia, realizzarono che erano bloccati in uno spazio molto ristretto con la roccia da un lato e l'acqua dall'altro.
Faraone vide il luogo in cui si trovavano e rallegrandosene disse: “Sono bloccati con le spalle al muro”. Dio li aveva guidati ma gli Israeliti di certo non ne furono contenti.
Dio ti ha mai chiamato in un luogo che consideravi l'ultimo posto sulla terra in cui avresti voluto ritrovarti? Mosè, che non era stato un capo militare molto forte fino a questo punto ed aveva combattuto poche battaglie, fu però acuto abbastanza da riconoscere la loro posizione precaria: “Sono sicuro che non stiamo in un buon posto per difenderci. Infatti, siamo intrappolati!”
Sì, Mosè e gli Israeliti erano in un brutto posto ma Dio in quella situazione stava per mostrare la Sua gloria. Dio spesso permette di farci ritrovare in luoghi di sfida perché Lui ha grandi piani per noi. Quando pensiamo di essere in trappola e con le spalle al muro, Dio sta dicendo: “Tutto andrà bene per la Mia gloria”.
Ti senti incastrato, sopraffatto e senza speranza? In questo luogo difficile, fai un passo di fede e dici: “Dio, io ti ubbidirò, non importa quanto mi costerà”. Quando ciò accadrà, ti ritroverai a vedere Dio muoversi con potenza per te.
Conoscete il resto della storia di Mosè e degli Israeliti: Dio divise il Mar Rosso ed i Suoi figli camminarono su terra asciutta. Fu una meravigliosa vittoria!