sabato 23 luglio 2016

FEDE ATTIVA - Claude Houde

Abramo fu un uomo la cui vita era consumata da una fede attiva. Egli sapeva che la fede senza le opere è morta (leggi Giacomo 2:17). Genesi 14:11-16 utilizza semplici ma chiare parole per rivelarci lo scopo e la bellezza della decisione che Abramo prese quando venne a sapere che Lot e la sua famiglia erano stati presi in cattività, perdendo ogni cosa. “Abramo, com’ebbe udito che suo fratello era stato fatto prigioniero, armò trecentodiciotto dei suoi più fidati servi, nati in casa sua, e inseguì i re fino a Dan. …E ricondusse pure Lot suo fratello, con i suoi beni, e anche le donne e il popolo (14:14-16).

È importante rileggere ogni parola per afferrare pienamente la profondità di ciò che qui viene detto. “Abramo, com’ebbe udito”, “non aspettò, non cercò scuse o rimandò tutto al giorno successivo. Non si nascose dietro la mancanza di risorse né su ciò che non aveva. L’apostolo Paolo ci consiglia di prendere una decisione nel passo in cui ricorda ai Corinzi che quando le intenzioni sono sincere, lo si dimostra non con ciò che non si ha, o con ciò che si spera di avere un giorno, ma con ciò che si possiede al momento. “La buona volontà, quando c’è, è gradita in ragione di quello che uno possiede e non di quello che non ha” (2 Corinzi 8:12). Aiuta qualcuno oggi con ciò che hai. La fede attiva si rifiuta di dire continuamente “No!”

Abramo, armò trecentodiciotto dei suoi più fidati servi” — è interessante notare come qui venga menzionato il numero esatto. Credo profondamente che Dio conosca ogni credente che aiuta coloro che soffrono, ma anche ogni credente o Chiesa che sceglie di non fare nulla. Ci sono diversi e specifici momenti nelle Scritture in cui Dio sembra voglia farci sapere con infinita precisione che ogni persona conta. Per esempio, in Neemia 3 leggiamo la lista meticolosa di coloro che ricostruirono miracolosamente le mura che erano state abbattute.

Caro lettore, questa è la fede attiva. Questo tipo di sacrificio apre le porte del cielo e produce il soprannaturale. Leggiamo queste parole nella storia di Abramo come una promessa profetica per tutti coloro che vanno in aiuto di qualcuno che sta soffrendo, che è tenuto in cattività o è nel bisogno: Dopo questi fatti, la parola del Signore fu rivolta in visione ad Abramo, dicendo: «Non temere, Abramo, io sono il tuo scudo, e la tua ricompensa sarà grandissima» (Genesi 15:1).


Claude Houde è il pastore della chiesa Nuova Vita a Montreal, Canada. Sotto la sua guida la Chiesa Nuova Vita è cresciuta da una decina di persone a più di 3500 in una parte del Canada dove le chiese protestanti hanno da sempre avuto poco successo.