giovedì 21 luglio 2016

COMPLETI IN LUI

Ci saranno due gruppi il giorno del Giudizio: pecore e capre. Questi gruppi staranno separati davanti al Signore quel giorno, uno alla destra e l’altro alla sinistra: santi e peccatori. E le cattive opere che quel giorno verranno manifestate sono solo quelle dei malvagi.

La Scrittura ci dice che ogni azione malvagia degli empi sarà portata alla luce e manifestata. Ogni pensiero malvagio, ogni desiderio nascosto, ogni concupiscenza, ogni vile immaginazione, ogni rinnegamento di Cristo, ogni bestemmia – tutto sarà proclamato e giudicato.

D’altro canto, nessun’opera malvagia dei giusti sarà menzionata quel giorno. Piuttosto, sarà portata alla luce ogni loro buona opera: ogni pensiero santo, ogni azione caritatevole, ogni opera sacrificale. Egli manifesterà ogni cosa buona. E quello sarà un momento glorioso!

La verità è che quando staremo davanti al Signore, nel giorno del Giudizio, saremo completi in Lui. Ciò significa che tutto quello che abbiamo mai fatto, incluso qualsiasi peccato commesso, sarà già stato coperto sotto il Suo sangue e non sarà mai più menzionato. Non c’è condanna per i giusti – nessuna. Gesù ci dice, “In verità, in verità vi dico: Chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna, e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita.

“In verità, in verità vi dico: Chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna, e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita” (Giovanni 5:24). Gesù sta in pratica dicendo, “Se credete in Me, non passerete per il giudizio. Piuttosto, passerete dalla morte alla vita”.