venerdì 9 gennaio 2015

UNA FEDE CHE PIACQUE A DIO!

“Prima infatti di essere portato via, egli ricevette la testimonianza che era piaciuto a Dio”. Cosa c’era di Enok che piaceva così tanto a Dio? Il suo cammino con Dio produceva in lui il tipo di fede che Dio ama. Questi due versi non si possono separare: “Prima infatti di essere portato via, egli ricevette la testimonianza che era piaciuto a Dio. Ora senza fede è impossibile piacergli” (Ebrei 11:5-6).

In tutta la Bibbia e in tutta la storia, coloro che hanno camminato con Dio sono divenuti uomini e donne di fede. Se la chiesa sta camminando quotidianamente con Dio, in costante comunione col nostro Signore, il risultato sarà un popolo ripieno di fede – una fede vera che piace a Dio.

Alcuni conducono seminari sulla fede, distribuiscono cd sulla fede, citano versetti sulla fede – tutto per cercare di produrre fede. Ed è vero, “La fede viene dall’udire e l’udire viene dalla Parola di Dio” (Romani 10:17). Ma Gesù è la Parola. “La lettera uccide”, dice la Scrittura (2 Corinzi 3:6), e senza intimità con Gesù, la lettera produce un’emozione esigente, egoista e morta che non è affatto fede – e Dio la odia. La fede viene dall’udire la Sua Parola e camminare vicino a Lui. Dovremmo sempre “tenere gli occhi su Gesù, autore e compitore della nostra fede” (Ebrei 12:2). Questo cammino intimo con Dio manca nella chiesa oggi. La fede è conoscere chi Dio sia veramente. Significa diventare familiari con la Sua gloria e la Sua maestà. Coloro che Lo conoscono meglio, confidano maggiormente in Lui.

Mostrami un popolo che cammina vicino a Lui, odiando il peccato, distaccandosi da questo mondo e imparando a conoscere la Sua voce e vedrai un popolo che non avrà bisogno di molte predicazioni e insegnamenti sulla fede. Non avrai bisogno di “dieci passi” su cosa sia la fede e su come ottenerla. La vera fede deriva dal cuore stesso di Gesù. E sarà la Sua fede stessa – non la nostra – a crescere in noi e ad emergere dai nostri cuori!

Il cammino di Enok con Dio non sarebbe valso la pena se non avesse prodotto un’equivalente fede in costante crescita. “Per fede Enok fu trasportato”. Che incredibile verità! Tutta la sua fede si incentrava sull’unico, grande desiderio del suo cuore: stare col Signore!