giovedì 22 gennaio 2015

LA POTENZA DELLA RESURREZIONE OGGI

Colui che ha conquistato la morte ha ogni potenza – e non ci fu testimonianza maggiore della potenza di Cristo sulla terra di coloro che Egli ha resuscitato dalla morte. “Infatti come il Padre risuscita i morti e dà loro la vita, così anche il Figlio dà la vita a chi vuole” (Giovanni 5:21). Gesù dichiarò apertamente di avere potenza sulla morte. Disse anche di Sé stesso, “Io sono la resurrezione e la vita” (Giovanni 11:25) e lo dimostrò!

Crediamo veramente nelle parole di Gesù? Egli dice, “In verità, in verità vi dico: L'ora viene, anzi è venuta, che i morti udranno la voce del Figlio di Dio, e coloro che l'avranno udita vivranno. Poiché, come il Padre ha vita in se stesso, così ha dato anche al Figlio di avere vita in se stesso” (Giovanni 5:25-26).

Gesù non sta parlando solo della resurrezione finale; Egli sta descrivendo la Sua potenza di oggi per resuscitare tutto ciò che è morto – la Sua potenza di inondarci con la Sua vita oggi. Vedi, tutti noi abbiamo un cimitero nascosto nelle nostre vite, qualcuno o qualcosa che abbiamo abbandonato tanto tempo fa. L’abbiamo sepolto e inciso sulla tomba la data della sua morte!

Una nostra cara conoscente ci ha raccontato di essere andato alla laurea di suo figlio. Insieme a tutti i parenti che parteciparono, il suo ex-marito (che se n’era andato anni prima per un’altra donna) era presente. Il matrimonio stesso era al di là di ogni possibile resurrezione, dal momento che ora un’altra donna era sua moglie. Ma Dio ha fatto tornare indietro la nostra amica al cimitero di quel matrimonio e pregare per la salvezza del marito – e la salvezza di sua moglie! Questa donna non si arrese a ciò che era spiritualmente morto.

Un’altra cara sorella in Cristo ha un marito che l’ha lasciata anni fa. Quest’uomo ora è perso nel peccato più profondo. Dove una volta c’era un bel matrimonio, ora giace una tomba. Anche lei ha dovuto imparare che Gesù non si arrende mai davanti alla morte. Non che lei voglia il ritorno del marito (in effetti, potrebbe non tornare mai); piuttosto, lo vuole vedere risorgere dalla morte del peccato. Non si arrende davanti alla morte perché noi serviamo un Dio che oggi possiede la potenza della resurrezione!