venerdì 2 gennaio 2015

UN GRANDE GRIDO

A volte dobbiamo restare fermi e riconoscere che Egli è Dio. A volte lo Spirito suscita in noi dolci, melodici canti d’amore per Gesù. Ma in tutta la Parola di Dio, ogni volta che Egli ha portato vittoria sul nemico, il popolo ha sempre alzato un grande grido, un forte suono di lode al Signore. Il settimo giorno in cui Israele marciò intorno a Gerico, circolò questo comandamento: “Tutto il popolo darà in un grande grido; allora le mura della città crolleranno sprofondando” (Giosuè 6:5). “Il popolo. . .lanciò un grande grido, e le mura crollarono sprofondando” (Giosuè 6:20).

In Esdra, scopriamo che ci fu un altro grande grido, quando vennero gettate le fondamenta del tempio. “Quando i costruttori gettarono le fondamenta del tempio dell'Eterno. . .Essi cantavano, celebrando e lodando l'Eterno. . .Tutto il popolo mandava alte grida di gioia, lodando l'Eterno. . .cosicché la gente non poteva distinguere il rumore delle grida di allegrezza da quello del pianto del popolo, perché il popolo lanciava alte grida, e il rumore si udiva da lontano” (Esdra 3:10-11, 13). Il termine ebraico utilizzato per “gridare” qui significa “spaccare le orecchie”. Il pianto degli israeliti fu così gioioso e le lodi erano così sonore da “spaccare le orecchie”! Alcuni dicono di non sopportare il rumore e il gridare in chiesa. Ma senti questo: “Perché il Signore stesso con un potente comando, con voce di arcangelo” (1 Tessalonicesi 4:16).

Dio vuole che conosciamo la Sua Parola in merito. I Salmi ci comandano di fare un suono gioioso al Signore. “Suono” in ebraico suggerisce tuono, scintille, fuoco. ”Mandate grida di gioia a Dio, voi tutti abitanti della terra” (Salmo 66:1). “Cantate con giubilo a Dio, nostra forza; mandate grida di gioia al Dio di Giacobbe” (Salmo 81:1). “Mandate grida di gioia all'Eterno, o abitanti di tutta la terra; prorompete in canti di gioia, rallegratevi e cantate lodi. . .Mandate grida di gioia con le trombe e il suono del corno davanti all'Eterno, il Re. . I fiumi battano le mani e i monti esultino insieme di gioia davanti all'Eterno” (Salmo 98:4, 6, 8). Il popolo di Dio conosce gioia esuberante ogni volta che la presenza di Gesù viene rivelata. Se non grideremo le Sue lodi, gli alberi lo faranno per noi. Nella Chiesa di Times Square cantiamo questo canto: “Alzate i vostri capi, non temete! Canta finché la potenza del Signore non scenderà!” Quella potenza è la Sua presenza!