lunedì 13 giugno 2016

RESTA FERMO - Gary Wilkerson

“Nell'udire queste cose, tutti nella sinagoga [dove Gesù aveva parlato] furono presi dall'ira” (Luca 4:28).

Prendiamoci un attimo per parlare brevemente del perché le persone si adirarono a tal punto.

Quando Gesù si alzò nella sinagoga, iniziò a parlare di Elia. Disse che ai tempi d’Elia i cieli furono chiusi per tre anni e mezzo, periodo nel quale ci fu una carestia. Elia però andò solo da una donna e non era israelita, era una forestiera.

Gesù allora proseguì usando un altro esempio, i lebbrosi in Israele. Eliseo andò a guarire solo una persona, un uomo dalla Siria, di nome Naaman. Dopo aver udito Gesù raccontare questa storia, il popolo era talmente furioso da afferrarlo e portarlo fuori dalla città.

“E, levatisi, lo cacciarono dalla città e lo condussero fino al ciglio della sommità del monte, su cui la loro città era edificata, per precipitarlo giù” (4:29).

Se sei un cristiano ma non sei consapevole di questa tattica satanica, devi esserlo. Egli intende tentare di spingerti giù da un precipizio. Intende prendere le tue finanze e renderti talmente sconvolto, talmente preoccupato, talmente spaventato da riuscire quasi a buttarti a terra per distruggerti e vederti esaurire.

Se il tuo matrimonio è stressante e c’è pressione, il nemico non si accontenterà di far solo sì che la vostra unione sia poco fruttifera. Egli vuole insinuarsi e portarti sull’orlo del precipizio, dove possa scaraventare giù il tuo matrimonio, lì dove non esisterà mai più.

La buona notizia è che l’orlo del precipizio, cadere da esso, non è destino dei figli di Dio. Sei stato chiamato ai luoghi celesti. Sei stato chiamato a prendere posizione nel luogo santo, dove Dio ti custodisce. Sei stato chiamato a resistere e a non essere condannato da Satana. Non devi credere alle bugie di Satana sulla tua vita.

Il verso 29 dice che il popolo voleva spingerlo fino a farlo precipitare, ma guarda cosa dice il verso 30:

“Ma egli, passando in mezzo a loro, se ne andò”.