martedì 14 giugno 2016

MA SAPPIATE QUESTO

Quando Gesù usa l’espressione “Ma sappiate questo”, in Matteo 24:43, Egli ci sta dicendo, “Non osereste ignorare questa parola”. Poi offre la seguente dichiarazione: “Ma, se quel malvagio servo dice in cuor suo: "Il mio padrone tarda a venire", e comincia a battere i suoi conservi, e a mangiare e a bere con gli ubriaconi” (Matteo 24:48-49).

Luca 12 identifica questo servo come lo stesso che una volta aveva servito fedelmente “cibo a suo tempo” (Luca 12:42). Questo servo aveva iniziato bene ed era destinato ad essere premiato come amministratore dei beni del Signore. Ora però costui è cambiato drasticamente. Viene trovato a picchiare coloro che gli sono intorno e a ubriacarsi con gli ubriaconi.

Qualcosa prese il sopravvento nel cuore di questo servo – un cambiamento forse invisibile, ma che condizionò il suo atteggiamento. Cosa successe? Quale fu questo cambiamento? Gesù ci dice che costui disse nel suo cuore, “Il mio signore tarda a venire” (24:48).

Il termine greco per battere nel verso 49 suggerisce colpi ripetuti. In altre parole, questo servo era caduto nell’ipocrisia. Lo vedo come qualcuno che provoca la moglie, dice facilmente volgarità, ascolta storielle sporche e pettegolezzi. Com’è arrivato a fare tutto questo? Si è convinto che il padrone non arriverà molto presto. Quando ragiona fra sé dicendo, “ il mio signore”, sta parlando di un signore completamente diverso, non del suo Padrone giusto. Si è fatto un Gesù a suo piacimento, un Cristo di un altro evangelo.

Questo tipo di servo non predica la sua nuova attitudine; piuttosto, il cambiamento è avvenuto nel suo modo di pensare. Non ha bisogno di diffondere la convinzione che il Maestro abbia ritardato la propria venuta. Vive semplicemente quella convinzione, e questo fa tutta la differenza.

Ti chiedi perché così tante chiese oggi siano piene di credenti impreparati e indulgenti al piacere? Ti chiedi perché così tante coppie cristiane divorzino alla minima provocazione? Non è perché i loro pastori stiano insegnando loro a vivere così. No, è perché molti pastori non credono che Cristo tornerà per la propria generazione. E le persone seguono semplicemente il loro pastore.