giovedì 5 maggio 2016

DIO É IL NOSTRO SCUDO

Quando Dio chiede ai Suoi servi di fare un passo verso l’ignoto, non succede una sola volta. È un cammino che richiede tutto il tempo della nostra vita. La nostra obbedienza, tuttavia, ci fa ottenere un grande premio: “Dopo queste cose, la parola dell'Eterno fu rivolta in visione ad Abramo, dicendo, Non temere, o Abramo, io sono il tuo scudo, e la tua ricompensa sarà grandissima” (Genesi 15:1).

Dio qui sta affermando qualcosa di glorioso: Coloro che Gli obbediscono – che fanno un passo senza sapere cosa accadrà loro, confidando comunque cecamente nella Sua Parola – non usciranno mai dalla Sua protezione. Egli dice, “Io aleggerò su loro come uno scudo. E io sarò la loro ricompensa. Io darò loro Me stesso”. “Perché tu, o Eterno, benedirai il giusto; tu lo circonderai con la tua grazia, come d'uno scudo” (Salmo 5:12).

Dio chiese a un ex membro della nostra chiesa, un’attrice acclamata, di abbandonare completamente il mondo dello spettacolo come atto d’obbedienza a Lui. Sapeva nel suo cuore che il Signore le stesse chiedendo di lasciarsi tutto alle spalle. Così, mise da parte il premio per migliore attrice non protagonista e s’incamminò per l’ignoto. Non aveva un lavoro o garanzie di lavorare; partì non sapendo dove andasse.

Il giorno dopo il suo agente la chiamò per dirle che le era stato offerto un ruolo da protagonista in un film con tre dei più noti attori nel settore. Dopo aver agganciato, disse, “No, Satana, so cosa stai cercando di fare. Non cambierò idea”.

Amato, sarà così per molti di noi. Ogni volta che farai un passo in fedele obbedienza, il diavolo ti presenterà qualche seduzione per riportarti dal lato della disobbedienza. L’obbedienza ti costerà sempre qualcosa.

Quella stessa settimana, l’attrice andò in tribunale e ottenne una schiacciante vittoria in una battaglia per la custodia del figlio. Il suo scudo stava funzionando per lei! Aveva guadagnato Cristo, e il suo premio fu il Signore Stesso.