martedì 30 giugno 2015

PROVATI E RAFFINATI

Cosa ci vorrà per raggiungere un mondo perso e ferito? Un piccolo esercito di soldati arruolato alla scuola delle avversità e delle prove! Dio sta cercando coloro che sono disposti ad essere provati col fuoco, la cui fede Egli possa raffinare e trarne oro puro.

Nel corso degli anni del mio ministero, ho notato uno schema nelle vite di molti cristiani. Quasi immediatamente dopo essere salvati da Dio, Egli ci conduce in un deserto di prove. Perché? Perché Dio sta cercando un popolo che confidi in Lui in situazioni impossibili davanti a tutto il mondo. Questo valse persino per la vita di Gesù. Dopo che il Signore uscì dalle acque battesimali, fu condotto dallo Spirito nel deserto, dove venne duramente provato (cfr. Luca 4:1-2).

Vediamo questo tipo di fiducia dimostrarsi in Daniele. I collaboratori gelosi di Daniele escogitarono un complotto contro di lui, convincendo il re Dario a bandire la preghiera per trenta giorni. Proprio come questi si aspettavano, Daniele disobbedì al divieto e continuò a pregare tre volte al giorno. Sebbene il re Dario rispettasse Daniele, fu costretto dal suo stesso decreto a gettare quest’uomo devoto nella fossa dei leoni.

Daniele era pienamente consapevole che la punizione per la disobbedienza al divieto di pregar fosse la morte, eppure non smise mai di pregare, perché confidava in Dio. Sapeva che il Signore l’avrebbe sostenuto nella sua prova.

In tutto questo complotto, il re Dario osservava Daniele preoccupato. Aveva provato con ogni mezzo di salvare Daniele, ma non ci riuscì. Infine, proprio prima che Daniele venisse gettato ai leoni, il re lo rassicurò, “Il tuo Dio, che tu servi del continuo, sarà egli stesso a liberarti” (Daniele 6:16).

Se dici al mondo che Gesù è il tuo signore, salvatore e guaritore, un Dio che può compiere l’impossibile, gli altri guarderanno come reagirai nelle situazioni impossibili. I loro occhi saranno incollati addosso a chiunque vanti la bontà, la potenza e la gloria di Dio. E anche il diavolo osserva, sperando che la tua fede venga meno.

Il salmista scrive, “Quanto è grande la tua bontà che riservi per quelli che ti temono, e che usi in presenza dei figli degli uomini verso quelli che si rifugiano in te!” (Salmo 31.19).

Qual è la “grande bontà” che Dio riserva per coloro che confidano in Lui in tempi di prova? È la testimonianza impenetrabile e gloriosa al mondo che la tua fede può sopravvivere a qualsiasi situazione. 

In che modo Dio rispos
e alla fede di Daniele? Egli chiuse le bocche di quei leoni affamati (cfr. Daniele 6:22).