sabato 7 marzo 2009

UN MESSAGGIO URGENTE

Sento la spinta dello Spirito Santo a diffondere un messaggio urgente a tutta la nostra mailing list, agli amici e ai ministri che abbiamo incontrato in tutto il mondo.

STA PER ABBATTERSI UNA CALAMITA' DISTRUTTIVA SULLA TERRA.SARA' TALMENTE SPAVENTOSA DA FAR TREMARE PERSINO IL PIU' SANTO TRA NOI.

Per dieci anni ho avvertito di migliaia di incendi che sarebbero avvenuti a New York. Questo inghiottirà l'intero megaplex, incluse le aree del New Jersey e del Connecticut. Le maggiori città in tutta l'America vivranno tumulti ed incendi divampanti, come quelli che vedemmo a Watts, Los Angeles, anni fa.

Ci saranno tumulti ed incendi in varie città del mondo. ci saranno saccheggi - anche a Times Square, New York. Ciò che stiamo vivendo non è recessione, e nemmeno depressione. Siamo sotto l'ira divina. Nel Salmo 11 è scritto

"Quando le fondamenta sono distrutte, che può fare il giusto?"

Dio sta giudicando i tremendi peccati dell'America e delle nazioni. Sta distruggendo le fondamenta secolari.

Il profeta Geremia supplicava la malvagia Israele, "Così dice l'Eterno: Ecco, io concepisco contro di voi del male e formo contro di voi un disegno. Si converta ora ciascun di voi dalla sua via malvagia, ed emendate le vostre vie e le vostre azioni! Ma essi dicono: "E' inutile; noi vogliamo camminare seguendo i nostri propri pensieri e vogliamo agire ciascuno secondo la caparbietà del proprio cuore malvagio" (Geremia 18:11-12).

Nel Salmo 11:6, Davide avverte, "Egli farà piovere sugli empi lacci, fuoco, zolfo e vento infuocato; questa sarà la porzione del loro calice" Perchè? Davide rispose, "Perché l'Eterno è giusto" (v. 7). Siamo davanti ad un giusto giudizio - proprio come il giudizio di Sodoma e della generazione ai tempi di Noè.

CHE FARA' IL GIUSTO? COSA NE SARA' DEL POPOLO DI DIO?

Innanzitutto, vi dò una parola d'aiuto pratico che ho ricevuto per me stesso. Ponete nel ripostiglio una scorta di cibo che basti per almeno una trentina di giorni, articoli da toilette ed altre cose essenziali. Nelle città principali, i supermercati vengono svuotati in meno di un'ora al presagio di un disastro imminente.

Per quanto riguarda la nostra reazione spirituale, abbiamo solo due scelte. Ciò viene spiegato nel Salmo 11. Possiamo "fuggire al tuo monte, come un uccelletto". Oppure, come dice Davide, "l'Eterno è nel suo tempio santo; l'Eterno ha il suo trono nei cieli; i suoi occhi vedono, le sue palpebre scrutano i figli degli uomini" (v. 4). "Io mi rifugio nell'Eterno" (v.1).

Io dirò all'anima mia: Non c'è bisogno di correre...non c'è bisogno di nascondersi. Questa è l'opera giusta di Dio. Io contemplerò il nostro Signore sul Suo trono, col Suo occhio di tenera, amorevole dolcezza, che veglia su ogni mio passo - confidando che Egli libererà il Suo popolo anche nelle alluvioni, gli incendi, le calamità, le prove di ogni sorta.

Nota: Non so quando accadranno tutte queste cose, ma so che non è un tempo lontano. Ho aperto a voi la mia anima. Fate di questo messaggio ciò che volete.

Dio vi benedica e vi protegga,

In Cristo,
DAVID WILKERSON