giovedì 12 marzo 2009

NON TEMERE. CONCENTRA I TUOI PENSIERI SU GESU’

Noi dobbiamo ascoltare attentamente gli avvertimenti delle sentinelle, ma non dobbiamo diventare ossessivi a riguardo.

Dobbiamo essere avvertiti e messi in guardia dai messaggi profetici, e dobbiamo tenere in considerazione ognuna che viene rivelata e confermata nella Scrittura. Dobbiamo raccogliere tutta la conoscenza possibile sulla imminente tempesta, affinché possiamo preparare i nostri cuori a qualunque distruzione essa possa portare. Però non dobbiamo lasciare che la paura o l’ansietà consumi i nostri pensieri, che domini le nostre menti, che si impossessi dei nostri cuori!

Certamente, le tenebre stanno arrivando, ed il giudizio è davvero alle porte. Ma come popolo di Dio, non posiamo permettere a nessuna nuvola scura di nascondere la luce delle Sue grandi promesse d’amore e misericordia per il Suo popolo. Dobbiamo essere ben informati dalle parole e dai profeti del Signore, ma non dobbiamo basarci così tanto sulla conoscenza profetica da fargli prendere il sopravvento sulle nostre vite.

Il diavolo vorrebbe che accadesse proprio questo. Lui sa che, se non riesce a farti dubitare della Parola di Dio riguardo i Suoi giudizi, può però portarti ad un altro estremo conducendoti ad una ossessione spaventosa per questi tempi pericolosi. Egli tenterà di derubarti di ogni speranza consumandoti con pensieri di inquietudine.

L’apostolo Paolo ci rassicura a riguardo con tali istruzioni: “Quanto al rimanente, fratelli, tutte le cose che sono veraci, tutte le cose che sono oneste, tutte le cose che sono giuste, tutte le cose che sono pure, tutte le cose che sono amabili, tutte le cose che sono di buona fama, se vi è qualche virtù e se vi è qualche lode, pensate a queste cose” (Filippesi 4:8). Paolo ci sta dicendo, “Avete ascoltato tutti gli avvertimenti. Ora, tenete semplicemente in considerazione ciò che la Parola di Dio rivela e ciò che le Sue sentinelle dicono. Infine, fissate ogni vostro pensiero su Gesù e sulla Sua bontà”.

Ho fedelmente avvisato di un’imminente olocausto economico su scala mondiale, e già lo vediamo accadere in tutto il mondo. Ho avvertito che i cristiani soffriranno – che ci sarà una grande perdita e difficoltà. In questo istante migliaia di santi preziosi in tutto il mondo sopportano tribolazioni incredibili. Ma tutto ciò non è l’obiettivo primario di tutte le mie energie e del mio ministero. No, l’espressione più profonda della mia anima è proclamare l’amore di Dio Padre e la dolce misericordia del nostro Salvatore Gesù!

Così, quando la sera vado a letto, so che Lui solo ha il controllo di tutte queste cose. Io faccio solo ciò che fece il profeta Isaia: Egli fece sì che la sua mente riposasse nella piena fiducia nel Suo Signore. Disse, “Alla mente che riposa in te tu conservi una pace perfetta, perché confida in te” (Isaia 26:3).