venerdì 5 maggio 2017

VIVERE SULLE PROMESSE

“Ricordati di tutto il cammino che il Signore, il tuo Dio, ti ha fatto fare in questi quarant'anni nel deserto... Egli dunque ti ha umiliato, ti ha fatto provar la fame, poi ti ha nutrito di manna, che tu non conoscevi e che i tuoi padri non avevano mai conosciuto, per insegnarti che l'uomo non vive soltanto di pane, ma che vive di tutto quello che procede dalla bocca del Signore” (Deuteronomio 8:2-3).
Ripeto queste parole durante il corso della mia giornata: “Vivo per ogni singola parola che procede dalla bocca di Dio”.
Se non si ha fiducia della parola di Dio, se non si considera la Bibbia coma Parola ispirata di Dio, allora la vita è vana. Non può esserci speranza sulla faccia di questa terra.
Quando questa parola che leggiamo in Deuteronomio giunse ad Israele, le condizioni nel deserto erano diventate davvero spaventose per loro. Dio permise loro di sperimentare la sete ed il dolore causato dalla fame, e in quel momento udirono queste parole direttamente dalla bocca del Signore: “Io ti ho umiliato, ti ho fatto provare la fame e la sete. Perché? Tutto questo perché ho voluto farti sapere che puoi fidarti di Me. “Puoi vivere sulle mie promesse”.
Dio non avrebbe lasciato che il Suo popolo morisse di fame o di sete. Egli sapeva esattamente ciò che avrebbe dovuto fare per liberarli. E, amato, Dio ha un piano per la tua liberazione.
Oh, quanto abbiamo bisogno dello Spirito Santo affinché ci guidi nei tempi di prova. Senza la Sua presenza, la Sua guida, la Sua forza che giornalmente ci dona , nessuno di noi potrebbe farcela. Nessuna determinazione umana può sopravvivere alle prove che quotidianamente dobbiamo affrontare sul nostro cammino.
Ogni giorno dobbiamo affidarci alla rivelata Parola di Dio e fidarci dello Spirito Santo affinché insieme ci possano donare la vita. “I cieli furono fatti dalla parola del Signore, e tutto il loro esercito dal soffio della sua bocca. Poiché Egli parlò, e la cosa fu; egli comandò e la cosa apparve” (Salmo 33:6, 9).