sabato 13 maggio 2017

QUAL È IL PROBLEMA? - Jim Cymbala

La grande tentazione della cristianità odierna è quella di rendere così gradevole il nostro messaggio alle masse da perdere l'elemento del fuoco.  Giovanni rispose, dicendo a tutti: «Io vi battezzo in acqua; ma viene colui che è più forte di me, al quale io non sono degno di sciogliere il legaccio dei calzari. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco»” (Luca 3:16).
Abbiamo dato vita a dei servizi dolci e delicati. Ma tutto questo non permetterà al regno di estendersi e non glorificherà Gesù. La gente non verrà a Dio senza l'ardente opera dello Spirito Santo.
Non dimenticherò mai l'esperienza personale fatta con Dio anni fa quando ero all'inizio del ministero. Stavo pregando da solo prima del servizio serale del martedì. In quel periodo la chiesa si trovava dentro un edificio fatiscente e sapevo che avremmo avuto meno di dieci persone all'incontro di quella sera. Stavo pregando Dio affinché portasse più persone in chiesa per accrescere l'entusiasmo della congregazione.
Mentre pregavo, lo Spirito Santo operò. Egli andò dritto al mio cuore e sembrò dirmi: “Il problema principale non è la mancanza di persone e la loro immaturità spirituale. Tu sei l'unico che ha bisogno di essere cambiato. Tu manchi di compassione per le persone e non le ami nel modo in cui Io voglio che tu le ami. Nella tua insicurezza tu stai solo provando di portare a termine un altro incontro”.
Parla del fuoco! Parla della parola di Dio che penetra nei cuori! Questo per me non fu facile da udire. Finii con la faccia a terra davanti a Dio. Andai a Lui e Gli chiesi di aiutarmi con i problemi di tutte le persone della chiesa, e invece il Suo fuoco penetrò nel profondo dei miei problemi.
Quando lo Spirito opera nelle nostre vite, Egli ci tiene lontani dalle scuse superficiali e dal giochetto della colpa con il quale ci piace tanto giocare. Il fuoco brucia ciò che è falso e ci porta verso la verità.
Jim Cymbala fondò la Brooklyn Tabernacle con meno di venti membri in un piccolo e fatiscente edificio in una parte difficile della città. Nativo di Brooklyn, è amico di vecchia data sia di David che di Gary Wilkerson.