lunedì 1 maggio 2017

SE HAI SETE - Gary Wilkerson

All'inizio del Suo ministero, Gesù fece un annuncio che lo riguardava: “Nell’ultimo giorno, il giorno più solenne della festa, Gesù stando in piedi esclamò” (Giovanni 7:37, enfasi mia). Gesù non fece solo una dichiarazione, bensì esclamò. Aspettò fino all'ultimo giorno della festa per alzarsi in piedi e fare il Suo annuncio: “Esclamò: «Se qualcuno ha sete, venga a me e beva. Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno»” (7:37-38).
Questa fu più che una semplice dichiarazione teologica; fu un vero e proprio atto di compassione. La religione oramai morta aveva demoralizzato il popolo di Dio. Essa avrebbe dovuto portar loro ristoro, e invece li lascio quasi senza vita. Ma ora Gesù annunciò: “Io sono la vostra coppa d'acqua fresca, una fonte rinfrescante che non si ferma mai. Puoi bere da me per trovare continuamente una vita rinnovata”.
No c'è bisogno di particolari qualifiche per bere da questa meravigliosa sorgente. Cristo ci assicura: “Se qualcuno ha sete, venga a me e beva. Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno!” (7:38).
Quando Gesù dice che: “Fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno” ci sta permettendo di vedere com'è che saranno le nostre vite con un semplice Suo tocco. Si tratta di un tocco che ravviva come nessun altro può fare, un tocco che è in grado di rinnovare con potenza dal cielo l'anima più arida, disperata e triste. Il Suo Spirito è in grado di riempirci così tanto da farci traboccare di vita in modo abbondante, come anche di grazia, misericordia e amore.
Sì, amico mio, il Suo flusso di vita trasforma ogni cosa!