mercoledì 10 maggio 2017

OTTENERE FORZA

In un periodo in cui il grande giudizio stava cadendo sulle nazioni intorno a lui, Isaia testimoniò di avere una doppia porzione di pace.
La stessa meravigliosa prospettiva che Isaia ebbe nei periodi difficili del suo tempo è disponibile anche per noi. Questa promessa di riposo si applica a tutti: “A colui che è fermo nei suoi sentimenti tu conservi la pace, la pace, perché in te confida” (leggere Isaia 26:3).
Anche se Isaia era sopraffatto da ciò che vedeva accadere intorno a sé, la Scrittura ci rivela che Lui godeva di una grande serenità. C'erano due ragioni per questo:
Primo, poiché il giudizio era in procinto di colpire le nazioni, Isaia era in costante comunione con Dio in preghiera. “Sulla via dei tuoi giudizi, Signore, noi ti abbiamo aspettato! Al tuo nome, al tuo ricordo anela l'anima” (Isaia 26:8). Isaia era pronto a tutto perché era pronto a “pregare senza cessare”.
Devo chiederti: Mentre la tempesta infuria, sei pronto ad andare al Signore, come fece Isaia? Se lo sei allora otterrai forza, perché la tua mente è fissata sull'amore sovrano del tuo Padre celeste, e Lui ti rivelerà costantemente la Sua potenza e ti incoraggerà ad andare avanti.
L'apostolo Paolo ci rassicura con queste istruzioni: “Quindi, fratelli, tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri” (Filippesi 4:8, corsivo mio).
In altre parole: “Hai ascoltato tutti gli avvertimenti. Ora, presta attenzione a ciò che la Parola di Dio rivela e a ciò che i Suoi guardiani stanno dicendo. E, infine, fissa i tuoi pensieri su Gesù e la Sua bontà”.