venerdì 18 marzo 2016

UN MEZZO VANGELO ANNACQUATO

Un mezzo vangelo annacquato è un’abominazione all’Eterno. Vedi, potrei scriverti dicendo, “Dio ti ama e vuole benedirti. Vuole che tu goda della tua vita. Egli desidera donarti miracolo dopo miracolo”.

Questa però è solo mezza verità del vangelo. L’intera verità include anche ammonimenti contro l’ingannevolezza del peccato. Include ravvedimento e santo dolore, preparazione alla persecuzione e l’anelito per la venuta di Cristo. La Scrittura ci dice con termini chiari, “Procacciate…la santificazione, senza la quale nessuno vedrà il Signore” (Ebrei 12:14). Il vangelo di Cristo mette sempre l’uomo davanti a una scelta e poi gli reca consolazione. Non agevolerà mai i piaceri degli uomini peccaminosi.

Sì, Gesù compì miracoli. Egli diede pane e carne alle folle, ma arrivò il giorno in cui non compì né predicò più miracoli. Piuttosto, disse ai Suoi seguaci, “Se non mangerete la Mia carne e non berrete il Mio sangue, non avete parte alcuna con Me”.

Io non sono un profeta, ma lo Spirito Santo mi ha portato a dare dei messaggi profetici che da molti sono stati considerati troppo duri. Alcuni mi hanno definito un predicatore apocalittico. E ammetto prontamente di aver predicato messaggi che mi hanno fatto uscire dalle porte della chiesa, andare a casa e piangere. E tutto per questo verso: “Chi assolve il colpevole e chi condanna il giusto sono entrambi un abominio per l'Eterno” (Proverbi 17:15).

Qualche volta, dopo un culto, metto le cuffiette e riascolto il messaggio appena predicato e a volte tremo nel riascoltarmi, chiedo al Signore, “Oh Dio, ho oltrepassato il limite? Ho condannato i tuoi santi, i tuoi giusti in questo punto? Ho inconsapevolmente ferito i tuoi servi?” In altre occasioni, chiedo, “Gesù, ho predicato solo metà del Tuo vangelo in questo sermone? Ho dato un sermone che fa adagiare le persone nei loro peccati? Gli ho donato una falsa consolazione annacquando la Tua chiamata ad allontanarsi dall’iniquità?”

L’unico ostacolo al Suo vangelo è l’incredulità nei nostri cuori.