venerdì 25 marzo 2016

IL VIAGGIO DELLA FEDE

Proprio in questo momento, Dio è all’opera nel preparare un nuovo mondo – nuovi cieli e nuova terra – per il Suo popolo. E questa nuova creazione comprenderà una Nuova Gerusalemme, inclusa una casa per la Sposa di Cristo. Isaia vide il nuovo mondo che Dio sta creando e una simile vista deve averlo sopraffatto. Dio dice attraverso il profeta, “Poiché ecco, io creo nuovi cieli e nuova terra, e le cose di prima non si ricorderanno più e non verranno più in mente. Ma voi gioite ed esultate per sempre in ciò che creo, perché, ecco, io creo Gerusalemme per il gaudio e il suo popolo per la gioia” (Isaia 65:17-18).

Dio qui sta dichiarando qualcosa di potente per la Sposa di Cristo. Sta in pratica dicendo, “In mezzo alla tua prova odierna, fissa la tua mente su questa verità: il mondo presente non è la tua casa. Tutto quello che vedi passerà – terra, luna, sole e stelle. Io sto creando un nuovo mondo, nel quale non ci saranno fiamme, fiumane, demoni, prove e afflizioni”.

Capisci questo messaggio? La tua prova finirà e i tuoi guai passeranno. Dunque, volgi lo sguardo a Cristo e riponi il tuo affetto nel trascorrere l’eternità con Lui, in quel nuovo mondo. Egli dice che il mondo nel quale ci affatichiamo ora, con tutti i suoi dolori e le sue angosce, non sarà più ricordato quando arriverà quel giorno. Non ne avremo più memoria!

Amato, questo mi dice che le prove che molti stanno sopportando adesso non sono prove – sono una preparazione. Veniamo preparati per un mondo in cui non ci sarà più dolore. E quel mondo sarà popolato da corpi trasformati. Paolo ci dice che il corpo che scende nella tomba non è quello che ne uscirà. Avremo un corpo tutto nuovo, che avrà il DNA di Cristo Stesso.

Abrahamo è un esempio di chi era concentrato sul mondo a venire. La Bibbia dice di lui, “Per fede dimorò…come in paese straniero…perché aspettava la città che ha i fondamenti, il cui architetto e costruttore è Dio” (Ebrei 11:9-10).