mercoledì 21 ottobre 2015

UN LUOGO DI RAVVEDIMENTO

Gesù dichiara, “La mia chiesa è un luogo di ravvedimento aperto, senza vergogna”. Infatti, l’apostolo Paolo afferma: “La parola è presso di te, nella tua bocca e nel tuo cuore. Questa è la parola della fede, che noi predichiamo; poiché se confessi con la tua bocca il Signore Gesù, e credi nel tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato. Col cuore infatti si crede per ottenere giustizia e con la bocca si fa confessione per ottenere salvezza, perché la Scrittura dice: ‘Chiunque crede in lui non sarà svergognato’” (Romani 10:8-11).

In parole semplici, siamo condotti alla salvezza mediante la nostra aperta confessione di ravvedimento. Gesù afferma, “Perché io non sono venuto per chiamare a ravvedimento i giusti, ma i peccatori” (Matteo 9:13). E, afferma, è mediante il ravvedimento che siamo guariti e ristorati: “Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Io non sono venuto a chiamare a ravvedimento i giusti, ma i peccatori” (Luca 5:31-32).

Amato, questa è una buona notizia! Gesù ci sta dicendo, “Nella Mia Chiesa tutti sono guariti dal ravvedimento. Non importa chi tu sia – malato fisicamente, mentalmente, spiritualmente. Tutti devono venire a Me nello stesso modo e trovare ogni guarigione mediante il ravvedimento”.

Dunque, qual è il messaggio centrale del vangelo di Cristo? Egli lo rende chiaro in tutto Matteo, Marco, Luca e Giovanni. In questi quattro evangeli, Egli ci dice, “Ecco cosa predico nella Mia chiesa. Questo è il Mio messaggio a ogni peccatore”.

Prima di tutto, “Gesù venne…predicando l'evangelo del regno di Dio, e dicendo, ‘Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. Ravvedetevi e credete all'evangelo’” (Marco 1:14-15). Quale fu il primo messaggio di Gesù? Egli predicò il ravvedimento.

Per alcuni cristiani, potrebbe risultare un linguaggio forte. Potrebbero rispondere, “Ok, ma con quanta forza Gesù predicava sul ravvedimento?” Luca risponde dicendo che Gesù disse ai Suoi uditori, “Se non vi ravvedete, perirete tutti allo stesso modo” (Luca 13:5).

Penserai che il vangelo di Cristo sul ravvedimento suoni come uno scoraggiamento, ma Paolo dice altrimenti. Un cuore ravveduto porta vita vera: “La tristezza secondo Dio infatti produce ravvedimento a salvezza” (2 Corinzi 7:10).