mercoledì 7 ottobre 2015

MIRACOLI PER IL POPOLO DI DIO DEGLI ULTIMI TEMPI

“Distruggerà su questo monte la coltre che copriva tutti i popoli, e la coperta stesa su tutte le nazioni” (Isaia 25:7).

Ecco due profezie meravigliose, la prima delle quali riguarda gli ebrei. Il velo di cui Isaia parla è la cecità spirituale che copriva i cuori degli ebrei sin dai tempi di Mosè. L’apostolo Paolo parla a lungo di questa cecità:

“Ma quando Israele si sarà convertito al Signore, il velo sarà rimosso” (2 Corinzi 3:16).

“Ad Israele è avvenuto un indurimento parziale finché sarà entrata la pienezza dei gentili…Il liberatore verrà da Sion, e rimuoverà l'empietà da Giacobbe” (Romani 11:25-26).

Paolo credeva in ciò che era stato profetizzato da Isaia su Israele: che il Liberatore avrebbe rimosso il velo della loro cecità. Un residuo di giudei si sarebbe convertito all’Eterno e avrebbe ottenuto la Sua misericordia (cfr. 11:30). Amato, questa profezia si sta adempiendo proprio adesso. In tutto il mondo, gli occhi degli ebrei si stanno aprendo a Cristo. Una rivista secolare riporta che ora gli ebrei stanno vedendo Gesù con occhi nuovi. È tutto ciò che serve – un solo sguardo.

La profezia di Isaia però ha anche un altro significato, che ha a che fare con la tua famiglia. Si applica ad ogni coniuge, ogni figlio, ogni membro familiare che ha avuto un velo di cecità spirituale gettatogli addosso da Satana. Ricevo molte lettere da genitori che scrivono dei figli accecati dal nemico. Hanno cresciuto i loro piccoli in un ambiente cristiano ma ora questi genitori sono confusi e perplessi e dicono, “Non capisco cosa sia successo. Non credono. Niente di ciò che dico riesce a penetrare in loro”.

Paolo dice che il dio di questo mondo ha accecato questi giovani. Hanno perso la fede perché il nemico ha spento loro la luce del vangelo. Così, non serve a niente che un genitore cerchi di trovare un motivo più profondo dietro tutto questo. È tutta opera di Satana. Egli vuole tenere quel figlio legato, confuso e nel peccato. Il problema va decisamente al di là della consulenza, della predicazione o delle strategie genitoriali. Servirà un miracolo, chiaro e semplice. 


La nostra battaglia deve avvenire nello Spirito. Dopo tutto, stiamo affrontando il dio di questo mondo e quello spirito malefico viene colpito solo dalla nostra festa sul monte. Sarà necessaria la presenza di Cristo nelle nostre vite, come non l’abbiamo mai conosciuta. Solo la realtà manifesta di Gesù scioglierà i legami di Satana come cera, rendendoli impotenti contro i nostri cari.