lunedì 20 maggio 2013

MOSTRACI LA TUA GLORIA by Gary Wilkerson

Pietro e Giovanni stavano camminando verso il Tempio quando incontrarono un mendicante zoppo. Udendo le suppliche d’aiuto di quell’uomo, Pietro rispose, “Io non ho né argento né oro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, alzati e cammina!” (Atti 3:6).

Quell’uomo fu guarito all’istante! Quel miracolo ebbe un’eco clamorosa: “Ora, mentre quello zoppo che era stato guarito si teneva stretto a Pietro e a Giovanni, tutto il popolo attonito accorse verso loro al portico, detto di Salomone” (3:11). Ecco un’altra meravigliosa scena della gloria di Dio manifestata.

Lo zoppo guarito “si teneva stretto” a Pietro e Giovanni. L’immagine che abbiamo qui è di qualcuno che si tiene aggrappato per affetto, appigliandosi senza vergogna. Era come se quest’uomo stesse dicendo, “La presenza di Dio è reale! Sono stato seduto qui per anni, implorando di ricevere aiuto, ma non ho mai sperimentato nulla del genere. Egli ha scosso la mia anima al di là di qualsiasi cosa io abbia mai conosciuto!”

Dio ama un cuore che si afferra a Lui e Lo cerca gridando, “Signore, la Tua gloria è troppo grande perché mi passi oltre. Mi afferro alla speranza che mi doni – speranza di guarigione, di trasformazione, della Tua presenza nella mia vita e nel mondo”.

“Tutto il popolo” accorse a vedere cos’era accaduto (3:11). Quando Dio rivela la Sua gloria in potenza, la risposta non sarà superficiale. La grandezza della Sua potenza richiede l’attenzione di tutti coloro che le sono intorno.

Supponi che la guarigione miracolosa di questo mendicante fosse avvenuta nella chiesa che pasturo. Non saremmo in grado di acquistare abbastanza sedie per accogliere le folle che accorrerebbero. Non mi riferisco solo ai curiosi che amano lo spettacolo. Tutti noi siamo affamati del tocco di Dio nella nostra vita. Credenti e non credenti soffrono allo stesso modo oggi, vagando come pecore senza pastore, bramosi di qualcosa che sia reale. Così, quando la gloria di Dio si manifesta, portando novità di vita, essa attira l’attenzione di tutti, non solo di pochi.

“Tutto il popolo era attonito” (3:11). Quando il popolo vide che il mendicante era stato guarito, si meravigliarono, “Niente di ciò che conosciamo si può paragonare a questo. Sicuramente Dio è qui!”

Lascia che ti chieda questo: Vuoi di più dalla tua vita in Dio? Vuoi che la Sua gloria si posi sulla tua casa, il tuo matrimonio, la vita dei tuoi figli e trasformi le cose in modo che tutti ne restino attoniti? Pensa un po’, questo è ciò che vuole Dio! Egli vuole che tu rimanga attonito dalla Sua gloria e sia trasformato da essa. Ed Egli vuole che il mondo intorno a te resti meravigliato mentre la Sua potenza gloriosa porta nuova vita nelle situazioni in cui la sconfitta l’ha fatta da padrone.