martedì 28 maggio 2013

CONSIDERA I FALLIMENTI

Considereresti Mosè un fallimento? Non credo! Egli fu per Israele ciò che Washington e Lincoln insieme furono per l’America – e molto di più. Ma guarda da vicino la vita di questo grande legislatore. La sua carriera iniziò con un omicidio, seguito da quarant’anni di latitanza dalla giustizia.

Mosè fu un uomo di paura e incredulità. Quando Dio lo chiamò a liberare gli Israeliti dalla schiavitù, egli supplicò, “Io non sono un parlatore…sono tardo di parola e di lingua” (Esodo 4:10). Per tutta la sua vita, Mosè bramò entrare nella Terra Promessa, ma i suoi fallimenti lo lasciarono fuori. Eppure, in Ebrei 3:1-2, Dio paragona la fedeltà di Mosè a quella di Cristo. I fallimenti di Mosè non l’hanno escluso dalla “Sala dei Campioni” di Dio.

Di solito pensiamo a Giacobbe come al grande guerriero di preghiera che lottò con l’angelo dell’Eterno e vinse. Tuttavia, la vita di quest’uomo fu piena di fallimenti lampanti. Da giovane, Giacobbe ingannò il padre cieco per poter derubare il fratello della sua eredità. Disprezzò la moglie Lea coltivando un grande, segreto amore per sua sorella, Rachele. Non si prese le sue responsabilità di marito.

Ecco un uomo intrappolato in una rete di inganni, furti, infedeltà e poligamia. Eppure, noi ancora adoriamo il Dio d’Abrahamo, d’Isacco e di Giacobbe.

Il re Davide, potente guerriero e cantore di salmi, si dilettava nella legge dell’Eterno e si comportava come l’uomo retto che non si sarebbe mischiato ai peccatori. Eppure quanto sono scioccanti le debolezze di questo grande uomo. Togliendo Bathsceba da suo marito Uria, egli mandò quell’uomo inconsapevole alla morte, mandandolo a combattere in prima linea. Il profeta Nathan dichiarò che questo doppio peccato diede una grande occasione di bestemmia ai nemici del Signore.

Immagina il grande re davanti alla bara del figlio illegittimo, una moglie rubata al suo fianco e un mondo pieno di nemici che malediceva Dio a motivo dei suoi noti peccati. Tuttavia, Dio definì Davide un uomo secondo il suo cuore (1 Samuele 13:14).

Se sei scoraggiato dai tuoi fallimenti, ho buone notizie per te. Nessuno è più vicino al regno di Dio di un uomo o una donna che riescono a guardare la sconfitta negli occhi, l’affronta e va avanti in una vita di pace e vittoria. Nonostante il fallimento, continua ad andare avanti! Spesso è dopo un fallimento che un uomo compie le sue opere più grandi per Dio.