venerdì 4 novembre 2011

LE RELAZIONI MISERICORDIOSE DI DIO!

“Io sono un padre per Israele, ed Efraim è il mio primogenito” (Geremia 31:9).

Il popolo di Efraim, la tribù più grande d’Israele, era quello più vicino al cuore di Dio. Il Signore aveva un piano eterno per questa tribù benedetta, ma Efraim si allontanò da Dio e lo dispiacque. Il popolo peccò più di ogni altro in Israele! Ma Dio abbandonò Efraim? Proprio l’opposto: il Signore disse che sarebbero stati un popolo libero e riscattato! Avrebbero vissuto nel grasso, cioè nelle benedizioni più grandi di Dio (vedi Geremia 31:14).

Cosa vide Dio in Efraim? Vide un cuore pentito – pieno di vergogna a causa del suo peccato, una disposizione a tornare al Signore. E nonostante tutti i loro fallimenti, quest’unico tratto attrasse il cuore di Dio verso di loro! Quando venne la parola profetica, essi risposero e quando furono rigettati, piansero per i loro peccati.

Al culmine della loro allontanamento, Dio disse: “E’ dunque Efraim un figlio caro per me, un figlio delle mie delizie? Infatti, anche dopo aver parlato contro di lui, lo ricordo ancora vivamente. Perciò le mie viscere si commuovono per lui, e avrò certamente compassione di lui” (Geremia 31:20). Dio stava dicendo: “Nonostante gli sbagli e i fallimenti di Efraim, io vedo uno spirito pentito e non ritirerò da loro il mio amore compassionevole. Il mio scopo eterno per Efraim continuerà come avevo programmato!”.

Amato, Dio ha un piano per la tua vita! Lui compirà tutti i Suoi propositi per te, non importa quello che stai passando o quanto siano atroci le tue prove. Dio ha progettato sin nei minimi particolari il tuo futuro!

Ho una parola profetica per alcuni che stanno leggendo questo messaggio: non potete giudicare lo scopo eterno di Dio per voi solo in base a quello che sentite o pensate. Dio vuole dirvi: “Abbi un cuore umile davanti a Me. Fidati della Mia Parola sulla mia natura – sappi che sono misericordioso, sono un Padre amorevole che ha investito molto in te e non ti lascerò andare. Sei la mia delizia e io ti libererò!”.

“Poiché io conosco i pensieri che ho per voi," dice l’Eterno, "pensieri di pace e non di male, per darvi un futuro e una speranza” (Geremia 29:11).