mercoledì 30 giugno 2010

VA’ AVANTI E PIANGI

Quando sei più ferito – recati nella stanzetta segreta e piangi con tutta la tua disperazione!

Gesù pianse. Pietro pianse – amaramente! Pietro si portava dietro l'amarezza di aver rinnegato il Figlio stesso di Dio. Quelle lacrime amare operarono in lui un dolce miracolo. Egli ritornò a scuotere il regno di Satana.

Gesù non si allontana mai da un cuore piangente. Egli dice: "I sacrifici di DIO sono lo spirito rotto; o DIO tu non disprezzi il cuore rotto e contrito" (Salmo 51:17). Il Signore non ha mai detto: "Risolvila da solo! Alzati e prendi le tue medicina! Stringi i denti e asciugati le lacrime". No! Gesù raccoglie ogni lacrima nel suo contenitore eterno.

Sei ferito? Sei disperato? Allora piangi! E continua a piangere, finché non avrai più lacrime da versare. Ma fa' in modo che quelle lacrime siano originate solo dal dolore – e non dall'incredulità o dall'auto-commiserazione.

La vita continua. Ti sorprenderà vedere quanto potrai sopportare con Dio dalla tua parte. Felicità non significa vivere senza dolore o sofferenza. La vera felicità è imparare a vivere un giorno alla volta, nonostante la sofferenza e il dolore. Significa imparare a gioire nel Signore, non importa ciò che è avvenuto nel passato.

Forse ti senti rigettato. Forse ti senti abbandonato. Forse la tua fede è debole. Forse pensi di essere arrivato a toccare il fondo. Il dolore, le lacrime, la sofferenza e la vacuità a volte ti potranno sopraffare, ma Dio è ancora è sul suo trono. È ancora Dio!

Non puoi aiutarti da solo. Non puoi smettere di soffrire e di addolorarti. Ma il nostro benedetto Signore verrà da te, e metterà la sua mano amorevole sotto di te e ti solleverà per farti sedere di nuovo nei luoghi celesti. Ti libererà dalla paura della morte. Ti rivelerà il suo amore infinito.

Guarda in alto! Sii incoraggiato nel Signore. Quando la nebbia ti circonda e non riesci a vedere una via d'uscita dai tuoi dilemmi – affidati nelle braccia di Gesù e confida semplicemente in lui. Egli vuole la tua fede – la tua fiducia. Vuole che gridi ad alta voce: "Gesù mi ama! Lui è con me! Non mi abbandonerà! Non sarò abbattuto! Non sarò sconfitto! Non sarò vittima di Satana! Dio è dalla mia parte! Io lo amo – e lui ama me!".

La linea di demarcazione è la fede. E la fede riposa su un solo passo: "Nessun'arma fabbricata contro di te potrà prosperare…" (Isaia 54:17).