mercoledì 9 giugno 2010

DIO VUOLE STABILIRCI SUL MONTE DELLA SUA PRESENZA

“Molti popoli verranno dicendo: Venite, saliamo al monte dell'Eterno, alla casa del Dio di Giacobbe; egli ci insegnerà le sue vie …” (Isaia 2:3).

“Li condurrò sul mio monte santo e li riempirò di gioia nella mia casa d'orazione …” (Isaia 56:7).

Il messaggio dello Spirito Santo a tutto il popolo di Dio oggi è: “Ritorna al monte, ritorna nella Sua santa presenza”. Sono molti in questo momento a sentire la chiamata e a prendere del tempo per pregare e cercare Dio. Altri, invece, continuano per la propria strada, troppo indaffarati coi dettagli del regno per salire la santa collina.

Isaia vide sia la gloria di un ministero risvegliato che la tragedia di una sentinella cieca, sonnacchiosa. Mentre alcune sentinelle si scuotono e tornano al monte di Dio per udire una parola fresca dal cielo, altri si perderanno in infinite attività e autopromozioni.

“I suoi guardiani sono ciechi, sono tutti senza conoscenza, sono tutti cani muti, incapaci di abbaiare; fanno sogni, stanno sdraiati, amano sonnecchiare. Sono cani ingordi, che non sono mai sazi; sono pastori che non capiscono nulla; seguono tutti la loro via, ognuno mira al proprio interesse, per conto suo” (Isaia 56:10-11).

Isaia disse che costoro sono divenuti tali – egocentrici e preoccupati delle opere delle proprie mani, interessati unicamente in ciò che stanno facendo, spiritualmente morti – perché “hanno abbandonato il Signore e hanno dimenticato il Suo monte santo” (vedi Isaia 65:11).

Ministri di Dio, faremmo meglio ad ascoltare l’avvertimento del profeta Isaia, quando disse: “Egli darà ai suoi servi un altro nome” (Isaia 65:15). Egli farà sorgere delle persone che lo cercano, sconosciuti, per risvegliare la Sua chiesa.

Lo Spirito sta facendo sorgere un esercito di “uomini del monte” che spenderanno del tempo da soli con Dio, raccolti alla Sua santa presenza, i quali udranno la Sua voce, riceveranno una nuova visione, e torneranno con gioia per liberare “coloro che piangono a causa di uno spirito rotto” (vedi Isaia 65:13-14).

Oh, sì! Essi ritorneranno, ma con potenza e dominio.

Il Suo fuoco raffinatore risveglierà nuovi e santi principi in noi. Per troppo tempo siamo stati morti ai principi santi necessari a salvare la chiesa dal caos. Il Signore non sarà più soddisfatto di una bontà generale nella Sua casa; Egli ora sta cercando il fuoco di Cristo nel cuore.