lunedì 8 febbraio 2010

MEGLIO DELLA PENTECOSTE

Giovanni Battista non riuscì ad arrivare alla Pentecoste! Non vide mai le lingue di fuoco, né udì il vento impetuoso. Non vide Gerusalemme scossa e moltitudini convertite. Ma Giovanni disse che la sua gioia era completa! Aveva sentito qualcosa migliore del vento impetuoso, meglio delle buone notizie, meglio del suono di una sposa gioiosa. Aveva sentito la voce del Salvatore.

Colui che ha la sposa è lo sposo, ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ode, si rallegra grandemente alla voce dello sposo; perciò questa mia gioia è completa” (Giovanni 3:29).

Giovanni assaporò la gioia più grande che un seguace di Gesù possa mai conoscere. Egli disse: “Rimasi in silenzio, e lo sentii parlare a me. La Sua voce ha fatto sussultare il mio cuore. Egli mi parlò in modo personale. Ho ascoltato il mio Signore, e questa è la mia gioia: soltanto sentire la Sua voce”.

Giovanni poté dire: “Oh sì, io lo amavo. Ho adorato ai Suoi piedi e gli dissi quanto io fossi indegno. Ma la mia gioia non è in ciò che io ho detto a Lui, la mia gioia è in ciò che Lui ha detto a me! Ho sentito la Sua voce, e gioisco al solo suono di quella voce”.

Alcuni insegnano che il Signore non parla più all’uomo se non per mezzo della Parola rivelata. Non riescono a credere che gli uomini possano essere diretti e benedetti dal sentire quella voce come un sussurro oggi.

Gesù disse: “Le mie pecore conoscono la mia voce; esse odono quando le chiamo … un altro non lo ascolteranno …”. Oggigiorno abbiamo paura di tutti gli abusi, paura di essere condotti a rivelazioni contrarie alla Parola di Dio. Però, tutti gli abusi esistenti non ci sono per colpa di Dio. Ogni visione bugiarda, le false profezie, i falsi insegnamenti sono il risultato diretto dell’orgoglio dell’uomo e del libero arbitrio. Gli uomini abusano di ogni dono di Dio. Ciò nonostante, Dio ancora parla in modo diretto ai cuori di quanti sono volenterosi di ascoltare.

“Dio, dopo aver anticamente parlato molte volte e in svariati modi ai padri per mezzo dei profeti, in questi ultimi giorni ha parlato a noi per mezzo di suo Figlio” (Ebrei 1:1-2).

“Perciò, come dice lo Spirito Santo: ‘Oggi, se udite la sua voce, non indurite i vostri cuori’” (Ebrei 3:7-8).