martedì 23 febbraio 2010

IL A PRECHE LA REPENTANCE

Gesù dichiara: “La mia chiesa è un posto di pentimento palese, aperto”. Infatti, l’apostolo Paolo attesta: “«La parola è presso di te, nella tua bocca e nel tuo cuore». Questa è la parola della fede, che noi predichiamo; poiché se confessi con la tua bocca il Signore Gesù, e credi nel tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato. Col cuore infatti si crede per ottenere giustizia e con la bocca si fa confessione, per ottenere salvezza, perché la Scrittura dice: «Chiunque crede in lui non sarà svergognato»” (Romani 10:8-11).

Per dirla in parole povere, siamo condotti alla salvezza grazie alla nostra confessione aperta di pentimento. Gesù afferma: “Non sono venuto per chiamare i giusti al ravvedimento, ma i peccatori” (Matteo 9:13). Egli dice inoltre che il pentimento è il modo attraverso cui possiamo essere guariti e ristorati: “Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Io non sono venuto a chiamare a ravvedimento i giusti, ma i peccatori” (Luca 5:31-32).

Questa è la buona notizia. Gesù ci sta dicendo: “Nella mia chiesa, chiunque può essere guarito tramite il pentimento. Non importa chi sei – se sei distrutto fisicamente, malato mentalmente, afflitto spiritualmente. Tutti devono venire allo stesso modo. E tutti troveranno guarigione attraverso il pentimento”.

Quante chiese aprono ancora il loro altare a chi è pentito, invitandolo a venire avanti e a piegare il cuore? Quanti pastori hanno smesso di fare appelli in questo importantissimo lavoro spirituale? Quanti credenti hanno smesso di aver bisogno di confessare il peccato?

Qual è il messaggio centrale del vangelo di Cristo? È spiegato chiaramente nei quattro evangeli. Lui ci dice: “Ecco cosa predico nella mia chiesa. Questo è il mio messaggio per tutti i peccatori”.

“Gesù venne … predicando l'evangelo del regno di Dio e dicendo: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. Ravvedetevi e credete all'evangelo»” (Marco 1:14-15). Questo è il primo messaggio di Gesù di cui si abbia notizia. Ha predicato il ravvedimento!

Per alcuni cristiani, questo linguaggio potrebbe sembrare forte. Forse risponderanno: “Va bene, ma con quale forza Gesù ha predicato il ravvedimento?”. Luca risponde nel suo evangelo. Gesù diceva ai suoi ascoltatori: “Se non vi ravvedete, perirete tutti allo stesso modo” (Luca 13:5).