martedì 28 febbraio 2017

SCEGLIETE SAGGIAMENTE I VOSTRI AMICI

Giosafat, re di Giuda, stava tornando a casa dopo essere stato con Achab il re malvagio d'Israele. Il Signore mandò un profeta ad incontrarsi con lui affinché gli riferisse queste parole: “Il veggente Jehu, figlio di Hanani, gli andò incontro e disse al re Giosafat: «Dovevi tu dare aiuto a un empio e amare quelli che odiano l'Eterno? Per questo l'ira dell'Eterno è su di te” (2 Cronache 19:2).
Dio stava dicendo a Giosafat: “Achab era mio nemico, un idolatra, e tu hai fatto amicizia con lui. Hai accettato il suo cattivo stile di vita senza opporti ad esso. Tu pensi forse che sia cosa buona unirti a qualcuno che è contro di Me, ma non riesci a comprendere le conseguenze che hanno tali azioni”.
A questo punto potreste pensare: “So che Achab era malvagio, ma quando penso ai miei amici, non riesco a vederli come nemici di Dio”. Ma, considerate ciò che dice la Parola.
I vostri amici stanno sempre dalla parte di Dio? “Chi non è con me è contro di me” (Luca 11:23).
I consigli dei vostri amici sono pieni di ribellione? “La ribellione è come il peccato della divinazione” (1 Samuele 15:23).           
I vostri amici parlano male del popolo di Dio? “Chi assolve il reo e chi condanna il giusto sono entrambi detestati dal Signore” (Proverbi 17:15).
Non è un gioco! I vostri amici sono un problema serio per Dio perché le loro azioni hanno serie conseguenze. “Abbandoni la tua bocca al male... e parli contro tuo fratello. Capite questo, voi che dimenticate Dio, perché io non vi laceri e nessuno vi liberi” (Salmo 50:19-20, 22).
Grazie a Dio, il re umiliò sé stesso e si pentì: “Giosafat ebbe paura, si dispose a cercare il Signore” (2 Cronache 20:3). E Dio rispose al pentimento di Giosafat dandogli la vittoria sui Moabiti. La Bibbia ci dice che: “Il regno di Giosafat ebbe pace; il suo Dio gli diede pace lungo tutti i confini” (verso 30).