sabato 4 febbraio 2017

DISCERNERE LA VERITÀ - Carter Conlon

“Come posso capire qual è la volontà di Dio? Come posso assicurarmi che sto camminando nella Sua volontà per la mia vita”.
Ti sei mai ritrovato a porti queste domande? Trovi che l'argomento che ha a che fare con la volontà di Dio sia disorientante, o vivi con la costante paura che tu stia perdendo di vista la Sua volontà per la tua vita?
Diamo uno sguardo alla dichiarazione che Gesù stesso fece in merito alla volontà di Dio: “Se qualcuno vuol fare la sua volontà, conoscerà se questa dottrina viene da Dio, oppure se io parlo da me stesso” (Giovanni 7:17). In altre parole, questo si applica a chiunque voglia fare la volontà di Dio.
Secondo Gesù, se hai nel tuo cuore il desiderio di fare la volontà di Dio, comprenderai e saprai qual è la verità. Comprenderai la Sua voce ti dice: “Questa è la via, cammina per essa”.
Fin da quando ero giovane nella fede, volevo fare la volontà di Dio, anche se non sempre comprendevo com'è che fosse messa la mia vita. Ricordo che andavo in chiesa, mi sedevo al banco ed ascoltavo il predicatore, e pensavo: “Com'è possibile che questa gente se ne stia seduta ad ascoltare questo tipo di messaggio? Non si accorgono quanto siano distanti da esso?” Il più delle volte si sedevano ad ascoltare ma andavano in chiesa semplicemente per poter essere benedetti.
Quando le persone non vogliono fare la volontà di Dio, la prima cosa che accade alle loro vite è la confusione dottrinale, seguita poi dall'incapacità di discernere la verità. Poiché le loro preghiere non ottengono risposta, arrivano alla conclusione che Dio non parli più loro. Vogliono che la loro vita sia straordinaria, vogliono vedere le folle, vogliono vedere i morti che risuscitano, stendere la mano sull'ammalato e vederlo guarire; vogliono parlare in lingue e tutto quello che ne consegue, ma non vogliono camminare nella rivelazione volere di Dio.  

Carter Conlon si unì allo staff pastorale della Times Square Church nel 1994 sotto l’invito del pastore fondatore, David Wilkerson, e venne nominato Pastore Anziano nel 2001.