giovedì 21 agosto 2008

SENZA MACCHIA O RUGA

La chiesa di Cristo non è mai stata approvata o accettata dal mondo. E non lo sarà mai. Se vivi per Gesù, non devi separarti dalla compagnia altrui; saranno gli altri ad allontanarsi da te. Ti basta semplicemente vivere per lui. Improvvisamente, ti ritroverai rigettato, rimproverato, chiamato malvagio: “Vi odieranno, vi scomunicheranno e vitupereranno, e bandiranno il vostro nome come malvagio, a causa del Figlio dell'uomo” (Luca 6:22).

Eppure, aggiunge Gesù, questo è il percorso che porta alla vera soddisfazione: “Perché chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi avrà perduto la propria vita per amor mio, la ritroverà” (Matteo 16:25). In altre parole: “L’unico modo per trovare un significato alla tua vita è vendendo tutto per me. Allora troverai vera gioia, pace e soddisfazione”. Cristo ci dice: “La mia chiesa è senza macchia o ruga. Allora, quando vieni a me, dovrai essere disposto a deporre ogni peccato. Devi arrendere tutto a me, morire completamente al tuo io, ad ogni ambizione ed egoismo impuro. Per fede, sarai sepolto con me. Ma ti farò risorgere a nuova vita”.

Pensate a cosa significa essere senza macchia o ruga. Sappiamo che una macchia è un segno di sporcizia. Ma una ruga? Hai mai sentito la frase: “una nuova ruga”? Significa aggiungere un’idea nuova ad un concetto già esistente. Una ruga, in questo senso, si applica a quelli che cercano di migliorare l’evangelo. Suggerisce un percorso facile per raggiungere il cielo, senza arrendersi pienamente a Cristo.

È come il genere di evangelo che oggi viene predicato in molte chiese. I sermoni hanno soltanto l’obiettivo di incontrare i bisogni della gente. Mentre leggo le parole di Gesù, vedo che questo genere di predicazione non funziona. Non realizza la vera opera del vangelo.

Non fraintendetemi: non sono contrario al predicare consolazione e forza al popolo di Dio. Come pastore del Signore, sono chiamato a fare esattamente questo. Ma se predico solo ai bisogni della gente, ed ignoro la chiamata di Cristo a deporre le nostre vite, allora i veri bisogni non saranno mai soddisfatti. Le parole di Gesù sono chiare: i nostri bisogni vengono soddisfatti solo quando moriamo a noi stessi e prendiamo la sua croce.