venerdì 1 agosto 2008

SCACCIA GLI AVVOLTOI

In Genesi 15, Dio fece un patto glorioso con Abraamo. Disse al patriarca di prendere una giovenca e una capra e di tagliarli in due. Poi Abraamo doveva prendere una tortora ed un piccione e poggiarli a terra, testa a testa. Abraamo fece come gli era stato comandato, e mentre queste creature erano lì che sanguinavano, gli avvoltoi iniziarono a scendere sulle carcasse. Improvvisamente Abraamo si sentì circondato da una profonda oscurità. Cos’era questa oscurità?

Era Satana nel panico. Come pensi che reagisca Satana quando ti vede appropriare di tutte le promesse di Dio, quando dai la tua vita a Gesù? Il diavolo va in gelosia. Poi quando vede la tua ferma decisione di proseguire con il Signore, può reagire in un solo modo: tutto l’inferno va nel panico!

Cosa fece Abraamo quando scesero gli avvoltoi? La Scrittura dice che li scacciò. Similmente, il Signore ci ha mostrato un modo per affrontare gli avvoltoi minacciosi. Non dobbiamo avere paura degli attacchi del diavolo, perché ci sono state date delle armi da combattimento molto potenti.

Quando mi vengono in mente l’incertezza o dei dubbi su Dio, devo reagire in base a quello che so del mio amato Signore. Non posso accettare nessun pensiero che provenga da un mio sentimento momentaneo. Devo misurare ogni mio concetto in base alle promesse che Gesù mi ha fatto su se stesso e sulla vittoria che ha vinto per me.

Per dirla in breve, se mi vengono in mente dei pensieri accusatori – se mi provocano dubbio e paura, mi condannano o mi portano un senso di rigetto – so che non provengono da Dio. Tutti noi dobbiamo essere preparati a questi pensieri. Anche il Signor Gesù è stato soggetto a questi pensieri diabolici durante la tentazione subita nel deserto.

Quando arrivano gli avvoltoi, portando pensieri di insicurezza e di indegnità, scacciali con la Parola di Dio. Il sacrificio che il Signore ti ha chiesto di fare gli è piacevole, e lui lo onorerà.